Magazine

Riecco Giuseppe Conte - Panorama in edicola

E' dedicata al ritorno di Conte, al Governo Conte-bis la copertina del numero di Panorama in edicola dal 4 settembre

cover1030x615_37

Panorama in edicola dal 4 settembre dedica ovviamente la sua copertina all'attuale situazione politica, complessa, complicata come non mai, dagli esisti imprevedibili e con un nuovo protagonista nel mondo politico: Giuseppe Conte, passato in breve tempo dall'essere il premier "burattino" a nuovo simbolo ed eroe nazionale. Creando problemi non solo agli avversari ma anche all'interno dello stesso Movimento 5 Stelle

PREMIER LASCIA E RADDOPPIA

Altro che neutrale. Il fenomenale ingresso di Giuseppe Conte nella «stanza dei bottoni» è stato silenziosamente organizzato: tessendo
abili relazioni con le élite europee, col Vaticano, e anche con la sinistra. Ma la sua metamorfosi, da rivoluzionario pentastellato a sagrestano bipartisan, non impedisce che a comandare siano sempre vecchi (e nuovi) sponsor. E far galleggiare la legislatura fino al 2022 sarà un’impresa ardua.

SARA' UN ALTRO ANNO BELLISSIMO

Il governo giallo-rosso ha davanti un autunno caldo sul fronte economico. Tanti i provvedimenti bloccati dalla crisi e i dossier incagliati. A partire da Alitalia, Ilva e da 18 miliardi di euro di privatizzazioni.

EFFETTO FENTANYL

Dopo la morte dello chef italiano Andrea Zamperoni, il fentanyl è diventata la droga del momento: da 50 a 100 volte più potente della morfina, un solo granello può essere letale.

Ma questo oppiode sintetico, che in America ha provocato migliaia di vittime, è poco conosciuto da noi perché in caso di morte da overdose nessuno lo cerca. E ora medici e forze dell’ordine lanciano l’allarme anche in Italia, come racconta la nostra inchiesta.

ARRIVA UN BASTIMENTO CARICO DI MIGRANTI

Grazie a una serie di cavilli e tribunali, le Ong “talebane” dell'accoglienza (come la Sea Watch e la Open Arms) fanno arrivare centinaia di immigrati nei porti italiani. Un’operatività garantita da robusti contributi che arrivano dalle chiese cattolica e protestante della Germania.

BREXIT. BORIS RISCHIA TUTTO

Per portare la Gran Bretagna fuori dall’Unione europea senza avere bastoni tra le ruote, il premier inglese Boris Johnson ha fatto un «blitz» con un’arma spiazzante, spregiudicata e controversa: chiedere l’intervento della sovrana e chiudere il Parlamento fino al 14 ottobre, per ordine della Regina. Una mossa che si vede solo in un Paese in stato di guerra.

BUONE AZIONI, CATTIVA COSCIENZA

La mobilitazione per l’ambiente e le altre emergenze sociali secondo Richard Branson e Leonardo DiCaprio, Mark Zuckerberg ed Elon Musk. I super ricchi si mobilitano spesso per nobili cause (sempre con vasta copertura mediatica). Peccato che nei comportamenti quotidiani non siano altrettanto coerenti. E si arriva a esempi come Jeffrey Epstein e la sua collaboratrice Ghislaine Maxwell, in cui il supposto impegno ecologista coincide con una spregiudicata operazione d’immagine...

© Riproduzione Riservata

Commenti