Lollobrigida, la vita di lusso del manager a spese della diva
Gettyimages
Lollobrigida, la vita di lusso del manager a spese della diva
Lifestyle

Lollobrigida, la vita di lusso del manager a spese della diva

La famiglia dell'attrice ha denunciato l'uomo per circonvenzione d'incapace

Milko e Dimitri Skofic, figlio e nipote di Gina Lollobrigida hanno denunciato il manager della donna, Andrea Piazzolla, 29 anni, per circonvenzione d'incapace.

Secondo i famigliari dell'attrice Piazzolla, con i soldi della donna, avrebbe comprato auto di lusso, case e barche conducendo una vita da sceicco che mal si adatta alla reale situazione finanziaria del manager diventato, in breve e per volere dell'anziana, amministratore esclusivo di tutti i suoi beni.

L'ascesa sociale di Piazzolla

Milko, figlio di una delle ultime grandi dive del cinema italiano in bianco e nero, sostiene che Piazzolla gli abbia vietato di vedere la madre quando, due mesi fa, la donna è stata ricoverata in ospedale perchè: "Ha detto che la mia presenza non era gradita".

Anche Dimitri avrebbe avuto da ridire con il manager che lo avrebbe sfrattato - parlando di una decisione della Lollo - dalla casa in cui è cresciuto. Sempre Piazzolla filtrerebbe di persona tutte le chiamate ricevute da Gina Lollobrigida elevandosi a Catone di coloro che hanno il diritto di far parte del mondo dell'attrice.

La perizia medica

Secondo una recente perizia medica condotta da Professor Vincenzo Pascali: "La donna è affetta da un disturbo della personalità: oscilla tra il divismo, l'egocentrismo e il narcisismo e l'insicurezza, la diffidenza e la precarietà della quotidianità e ricerca figure di riferimento a cui acriticamente affidare la gestione di ciò che ha".


Gina Lollobrigida in costume nel film "Trapezio" del 1956 diretto dal regista Carol Reed, il primo dell'esperienza americana della Lollobrigida. (Foto Ansa)

I più letti