Luca Piva

-

Prenderà il via il prossimo 18 ottobre, a Palazzo Ducale di Genova, la nuova grande mostra Viaggio intorno all’uomo dedicata all'opera di Steve McCurry, celebrato fotografo statunitense. Una nuova tappa italiana di un percorso espositivo iniziato a Milano nel 2009, e proseguito poi a Perugia e Roma , che ha finora contato più di 300.000 visitatori.


L’allestimento genovese, di grande impatto scenografico, è studiato appositamente per i suggestivi ambienti del Sottoporticato di Palazzo Ducale e presenta un'antologia di tutta la produzione di McCurry: oltre 200 fotografie in vari formati, con una netta prevalenza delle grandi dimensioni. Insieme alle immagini più conosciute, scattate nel corso degli oltre 30 anni di carriera - a partire dal ritratto della ragazza afgana dagli occhi verdi - saranno presentati anche i lavori realizzati dal fotoreporter dopo il 2010 (quasi il 50% delle foto esposte) tra cui alcuni inediti, mai esposti in Italia. Altra novità di questo allestimento è l'audio guida che verrà consegnata gratuitamente a tutti i visitatori, i quali potranno sentire l'autore raccontare in prima persona le sue foto e la sua avventura umana e professionale, ricca di aneddoti e storie appassionanti.


Tra le opere presenti, saranno esposte in anteprima anche le immagini realizzate di recente in Tanzania per il progetto di sostenibilità ¡Tierra !, sviluppato da Lavazza.

La mostra, curata da Peter Bottazzi e Biba Giacchetti, resterà aperta fino al 24 febbraio 2013.


____________

Steve McCurry, nato a Philadelphia nel 1950, cominciò la sua carriera collaborando come fotografo con un giornale locale. Dopo tre anni, recatosi in India, compose il suo primo vero portfolio con immagini del viaggio. Dopo la pubblicazione del suo primo lavoro importante sull’Afghanistan, iniziò a collaborare con alcune delle riviste più prestigiose: Time, Life, Newsweek, Geo e il National Geographic.

Inviato su mille fronti di guerra, da Beirut alla Cambogia, dal Kuwait all’ex Jugoslavia, all’Afghanistan, Steve McCurry si è sempre spinto in prima linea rischiando la vita pur di testimoniare gli effetti e le conseguenze  dei conflitti in tutto il mondo. Membro dell’agenzia Magnum dal 1985, ha vinto molti premi foto giornalistici, venendo insignito diverse volte del World Press Photo Award.

© Riproduzione Riservata

Commenti