Nei migliori scatti degli ultimi sette giorni, i fotografi di tutto il mondo ci hanno parlato di:

SFUMATURE (DI GRIGIO)

Quelle della polvere sollevata dai concorrenti della prima massacrante "Maratona della Sabbia", una corsa libera di 250 km a tappe nelle condizioni estreme del deserto peruviano; quelle eteree di una giornata nebbiosa immortalata dalle rive del lago Dal in Kashmir. Oppure il fumo biancastro dal quale, come un fantasma, è uscita la figura imponente di un giocatore dei Los Angeles Rams durante un match dell'NFL. Infine, il grigio della colonna di cenere che si è levata dal Monte Agung, il vulcano in eruzione a Bali, in Indonesia.

LINEE GEOMETRICHE

Le hanno disegnate i fumogeni colorati della pattuglia acrobatica degli Emirati Arabi prima del GP di Formula 1 ad Abu Dhabi. E le hanno riprese in seguito i mille colori delle luci fotografate al passaggio fulmineo delle monoposto durante la gara. Linee geometriche sono state involontariamente formate dai tifosi brasiliani del Corinthians di San Paolo, arrampicati sui muri e sulle tettoie dello stadio. Le linee di luce hanno segnato il volto di Lorde, la cantante pop che si è esibita agli Aria Awards di Sydney.

UNO STATO, TRE NATALI

In Inghilterra gli scatti dei fotografi locali ci hanno dato tre versioni completamente diverse delle festività in arrivo: dall'albero di design di fronte alla Royal Albert Hall al tripudio di luci digitali in un bosco del Gloucestershire fino all'albero dominato dalle quattro imponenti ciminiere della ex centrale elettrica di Battersea a Londra sulle rive del Tamigi. Proprio quella che i Pink Floyd utilizzarono nella cover dell' LP "Animals" del 1977.

© Riproduzione Riservata

Leggi anche

Commenti