Cinema

Lou Von Salomé: il film sulla filosofa e psicanalista ammirata da Freud - Video

Al cinema il biopic sulla musa ispiratrice dei più grandi pensatori di inizio Novecento

Lou Von Salomé

Simona Santoni

-

Lou von Salomé, una figura importante della storia contemporanea misteriosamente caduta nel dimenticatoio, è fatta rivivere dalla regista tedesca Cordula Kablitz-Post, che sceglie un film biografico e non un documentario per raccontarne la sua vita. Dal 26 settembre al cinema distribuito da Wanted, Lou Von Salomé racconta la vita brillante e movimentata della filosofa, scrittrice e psicanalista tedesca di origine russa musa dei più grandi pensatori di inizio Novecento. Ha ispirato Friedrich Nietzsche, ha avuto una relazione sentimentale con il poeta Rainer Maria Rilke, è stata allieva ammirata da Sigmund Freud.

In epoca fascista ha vissuto una vita molto ritirata a causa delle sue origini ebraiche. "Il suo periodo d’oro è durato fino alla prima guerra mondiale, quando viaggiava spesso, aveva molte relazioni e tra l’altro a Vienna era considerata una femme fatale dello scandalo", spiega Cordula Kablitz-Post.

La trama

Nata nel 1861 a San Pietroburgo, presto la giovane Lou si rende conto di non avere gli stessi diritti come donna in un mondo dominato dagli uomini. Da allora, per far riconoscere i suoi talenti e la sua indipendenza, si sottrae fermamente all’amore carnale. Contro il volere della madre studia filosofia, scrive poesie e frequenta i circoli intellettuali.

Studentessa vorace (interpretata dai 21 ai 50 anni da Katharina Lorenz), incontra a Roma i filosofi Paul Rée (Philipp Hauß) e Friedrich Nietzsche (Alexander Scheer), i quali rimangono affascinati da questa ragazza intelligente e inarrivabile, tanto da chiederla entrambi in moglie, venendo incontro a un rifiuto. Ma quando entra in scena il giovane autore Rainer Maria Rilke (Julius Feldmeier), allora ancora sconosciuto, che corteggia l’ormai affermata scrittrice con la poesia, lei se ne innamora e diventa sua consigliera e promotrice. Per la prima volta si lascia coinvolgere in una relazione alla quale seguiranno molte altre. All’età di 50 anni conosce Sigmund Freud (Harald Schrott) e scopre la psicoanalisi, diventando una delle sue allieve predilette e influenzando anche alcune delle sue teorie fondamentali.

Nel 1933, quando le scure nubi del nazionalsocialismo offuscano la Germania, troviamo un’anziana Lou von Salomé (Nicole Heesters) a Gottinga. Insieme al giovane germanista Ernst Pfeiffer (Matthias Lier) ripercorre la sua movimentata vita: la lotta per la libertà, i successi nel campo della filosofia, della letteratura e della psicoanalisi e la scoperta dell'amore in tarda età. 


In questo video in esclusiva un estratto del film:

© Riproduzione Riservata

Leggi anche

Il giovane favoloso e altri 10 film su poeti

Il biopic su Giacomo Leopardi realizzato da Mario Martone ha esordito al cinema con un brillante successo. Ricordiamo dieci lungometraggi su altrettanti cantori

10 film belli su cantanti realmente esistiti

Non solo "Bohemian Rhapsody" e Freddie Mercury. Ecco storie di musica e vita vera, ben raccontate

Turner & Co.: 10 film belli su pittori

Il 29 gennaio arriva al cinema il biopic di Mike Leigh su William Turner. Ecco altri lungometraggi memorabili su artisti realmente esistiti e genio

Commenti