Per chi non suona la campanella
Ansa
True
Per chi non suona la campanella
Inchieste

Per chi non suona la campanella

• Quasi 8 milioni di studenti e le loro famiglie ancora non sanno come (e quando) torneranno in classe a settembre. Mancano aule, docenti e bidelli. Persino i banchi. Al governo nessuno si occupa di questa emergenza epocale. Tanto meno la ministra Azzolina.

• L'emergenza è tutta sulle spalle dei presidi

Etica

Manzini: «Il potere delle parole contro la ‘ndrangheta»

Sotto scorta da 21 anni, Marisa Manzini è una donna straordinaria che combatte contro la criminalità organizzata calabrese usando anche lo strumento del dialogo. Per amore della giustizia, 27 anni fa ha abbandonato la sua terra, il Piemonte. Procuratore aggiunto a Cosenza, riceve di continuo minacce di morte.

True
Politica

«Anche noi al Sud stiamo per riaprire le scuole. All'aperto»

Panorama ha deciso di chiedere ai presidi delle scuole italiane come stanno reinventando i propri istituti in vista di settembre. Una missione complessa, in cui rischiano in prima persona e da cui dipende il futuro del Paese.

Alla vigilia della riapertura scolastica in Basilicata, fissata per il 24 settembre, Panorama.it ha incontrato le due dirigenti che guidano l'istruzione scolastica nella Perla del Tirreno, quasi a voler suggellare la condivisione di valori educativi e impegno cui sono chiamate insieme, all'ombra dell'imponente statua del Redentore. L'emergenza sanitaria ha accelerato il processo di cambiamento verso un nuovo mondo di concepire l'istruzione e l'educazione, in cui anche nel Mezzogiorno d'Italia non mancano le sorprese. Positive.

  • Parla Amelia Viterale, dirigente dell'Istituto comprensivo Casimiro Gennari di Maratea: «Il clima favorevole che ci permetterà di sperimentare forme di didattica all'aperto».
  • Parla Carmela Cafasso, dirigente dell'Istituto di istruzione secondaria superiore Giovanni Paolo II di Maratea: «Ai nostri studenti chiediamo un comportamento responsabile».
True