Continua a tenere banco la polemica tra Maria De Filippi e Morgan. L'addio ad Amici 2017 dell'ex direttore artistico della Squadra Bianca sembra avere uno strascico polemico sena fine e a scendere in campo è ancora una volta la De Filippi: "Spero che in un futuro prossimo le dichiarazione pubbliche di Morgan, corrispondano a quelle che mi fa privatamente", ha spiegato la conduttrice, ospite della puntata speciale di Verissimo, in onda sabato 12 maggio.

Mediaset intanto ha deciso di querelare Morgan. Dopo i pesanti attacchi rivolti dal cantante ad Amici 2017 e a Maria De Filippi, la Società ha annunciato la querela nei confronti del cantante, che ha abbandonato polemicamente il talent di Canale 5 per via di pesanti divergente con la produzione. Continua dunque il botta e risposta a distanza, che ha coinvolto anche i concorrenti del programmi, schierati compatti contro il loro ex direttore artistico. 

Ad aprile Panorama.it lo aveva incontrato negli studi del talent show, irrequieto ma molto motivato, durante un incontro con i giornalisti, poi è arrivato il clamoroso colpo di scena, annunciato da Maria De Filippi in un lungo e circostanziato comunicato stampa. "Sono purtroppo costretta a confermare le voci che annunciano l’uscita di Morgan da Amici. È vero e lo considero un mio fallimento", ammette l'ideatrice e conduttrice dello show. 

Amici 2017, Morgan lascia il programma
Dopo la clamorosa uscita dallo studio avvenuta nel corso della quarta puntata del serale, registrata domenica scorsa, erano cominciate a circolare le indiscrezioni sull'addio Morgan dal programma. In attesa di vedere nel dettaglio cos'è accaduto durante la serata (che andrà in onda sabato prossimo), Maria De Filippi ha annunciato l'adio del direttore artistico dal cast del talent. "Considero Morgan un artista a tutti gli effetti, un uomo pieno di cultura, pieno di ironia e di doppifondi (perché contengono tutto e il suo contrario), di conoscenza e di esperienza. È un musicista e sa tanto di musica, doti eccezionali per ricoprire, credevo, il ruolo di Coach capitanando una delle due squadre che si fronteggiano durante la fase serale di Amici"

La conduttrice però ammette: "Ho sbagliato. Non nel riconoscergli queste prerogative perché le ha, ma perché ho creduto che potessero bastare, non valutando che avrebbe anche dovuto ricoprire un altro aspetto purtroppo altrettanto necessario: corrispondere alle esigenze dei ragazzi. Creare quel legame che porti i ragazzi in gara, a credere nel loro coach; far si che i ragazzi gli riconoscano le capacità di guida e di crescita come è giusto che sia in ogni rapporto costruttivo e mai impositivo". Però, come precisa la De Filippi, il feeling coi ragazzi non è mai scattato e, anzi, è accaduto l'esatto contrario tanto che tre dei quattro concorrenti della Squadra Bianca hanno chiesto alla produzione una soluzione immediata, minacciando di lasciare il programma "pur di non dover più avere obbligatoriamente Morgan come coach. Si sono sentiti non compresi, mai esaltati non nelle loro doti perché non sanno nemmeno se le hanno, ma nello spirito di entusiasmo inteso come tensione positiva, e di fiducia con cui si vorrebbe e dovrebbe affrontare il palco del serale e la gara".

DIETRO LE QUINTE DEL TALENT CON ELISA E MORGAN

Lo scontro con gli autori e gli insulti 
Il lungo comunicato della Fascino Produzioni svela che Maria De Filippi ha tentato un'ultima mediazione, non volendo perdere una risorsa come Morgan. "Ho proposto ai ragazzi e a lui stesso, che la sua figura potesse rimanere a fare quello che spesso lui mi ha ricordato essere la miglior espressione di se: fare musica e parlare di musica. Svincolando lui dagli obblighi degli schemi che invece purtroppo servono a far andare avanti la macchina organizzativa. E svincolando loro, i ragazzi, dalla regola che vuole che il coach decida in accordo con la produzione, i brani da assegnare, i brani da schierare e le scelte di chi, in caso di perdita di partita, debba affrontare il ballottaggio e poi magari anche l’abbandono del programma".

Morgan però non solo non ha voluto incontrare la produzione e i ragazzi, ma ha scelto di mandare un suo rappresentante "con l’intento di spiegare ai ragazzi chi fosse davvero Morgan e quali qualità avesse da offrir loro. L’incontro tra il suo rappresentante e i ragazzi c’è stato e non ha sortito nessun cambio di visuale da parte loro. Dopo una lunga e vana attesa di un incontro con gli autori e con chi gestisce la produzione, tutto è degenerato. Da lui sono partiti gli insulti, le accuse, le teorie complottiste e persecutorie, fino alla ovvia e necessaria risoluzione degli impegni reciproci. Peccato". 

La De Filippi conclude spiegando che "Morgan è e rimane una persona che ho stimato e che stimo per essere com’è. Tutti mi dicono che presto farà in modo che su di noi ricadano le più brutte nefandezze. Spero di no e laddove fosse, spero di continuare a rimanere salda nel mio pensiero su di lui". Chi prenderà il suo posto? In molti pensano e sperano nel gran ritorno di Emma Marrone alla guida della Squadra Bianca. 

Morgan all'attacco  
Non si è fatta attendere la replica di Morgan, che ha attaccato lo show e Maria De Filippi prima attraverso un lungo post su Facebook poi tramite il quotidiano La Repubblica. "Voglio dire che sono stato offeso e trattato male, tutto qui. Che la lite coi ragazzi è sceneggiatura televisiva ma è l'unica cosa a cui potevano appigliarsi di fronte alla paura che hanno. La loro paura è fondamentalmente basata sull'enorme divergenza di stile: io credo nella qualità, nella cultura e nella comunicazione sana e intelligente, nell'arte e nel servizio pubblico, nell'istruzione". 

L'ex direttore artistico dei Bianchi spiega di aver rinunciato alla proposta di essere affiancato da Emma Marrone - a questo punto è praticamente certo il suo ritorno nel talent di Canale 5 - e aggiunge: "Io ho offerto loro molte proposte molto impegno e molta passione e molta professionalità loro mi hanno linciato. Un ambiente dove avviene un linciaggio è normale? No, ovviamente. Il vero mio errore è stato credere che potessero essere genuinamente in grado di un risveglio, ma così non è stato e la mia ingenuità se la sono sbranata come han potuto. Vi ricordo che nonostante i loro disperati tentativi di massacrarmi, anche da fuori, nella gara rimango in vantaggio!". Peccato che, ad oggi le due squadre abbiano quattro artisti in gara a testa. 

Mediaset querela Morgan
È piuttosto secca e al tempo stesso eloquente la nota inviata da Mediaset per informare i media delle decisione di agire legalmente contro Morgan. "Mediaset ha dato mandato ai suoi legali di agire nei confronti di Marco Castoldi, in arte Morgan, per le gravi affermazioni diffamatorie rilasciate contro la Società negli ultimi giorno". Ad innescare la miccia sono state le pesanti accuse mosse dal cantante durante i trentacinque minuti di diretta Facebook, nei quali ha sparato bordate a raffica arrivando a definire i ragazzi "burattini, disanimati e incatenati" e gli studi un "lager horror dove non sono rispettate le regole della Costituzione".

LEGGI ANCHE: LA VENDETTA DI MORGAN, OSPITE A BALLANDO CON LE STELLE

Maria De Filippi replica alle accuse
Anche Maria De Filippi è tornata a commentare l'uscita del cantautore e ormai ex coach dalla trasmissione. "Fino ad ora resisto nell'intento di non farmi influenzare dalle nefandezze che, come da altri previsto, sono uscite puntualmente dalla bocca di Morgan. Continuo a pensare a lui come ad un uomo pieno di doti elevate e rare e non voglio mortificare la mia intelligenza, entrando in 'lite' e stilando una lista di accuse".

Poi la conduttrice replica ancora più duramente: "Non mi va che nel fango ci finiscano i programmi, chi ci partecipa, il pubblico che magari li segue o i tanti che ci lavorano. Questo è il mio lavoro: non scrivo poesie, non faccio musica, non suono nessuno strumento, ma non per questo mi sento colpevole. E mentre ribadisco che non faccio tante belle cose, non faccio nemmeno quello di cui annaspando, Morgan ci accusa. Una settimana fa dichiarava coram populo che Amici è la libertà, che ad Amici ha potuto fare quello che da nessun'altra parte in precedenza aveva mai ottenuto di poter fare  e poi ieri invece gridava al complotto, alla macchinazione e alla manipolazione. Noi il male, lui il bene. Però noi siamo sempre noi e qualcosa non torna".

"Morgan? una sfida persa"
Ospite dello speciale di Verissimo, in onda il 12 maggio, Maria De Filippi è tornata a parlare del "caso Morgan". "Morgan è stata una bella sfida, però lì l'ho persa, non l'ho vinta”, ha detto la conduttrice a Silvia Toffani. "Credo che la sua conoscenza e la sua preparazione si siano viste. Le cose poi non sono andate bene per una serie di circostanze. Forse ci voleva più presenza, un po' più di costanza”. 

E alla Toffanin, che le chiede se l’artista si sia mai scusato, la conduttrice ha risposto: “Spero solo che in un futuro prossimo le sue dichiarazione pubbliche, corrispondano a quelle che mi fa privatamente. Perché io penso che se scrivi determinate cose nel privato, poi le stesse cose devi dirle anche in pubblico. Visto che sono private, quindi, non le posso dire!”

© Riproduzione Riservata

Leggi anche

Commenti