Napoli

Edoardo Bennato e le contraddizioni di Napoli

Il cantautore a Panorama d'Italia ha raccontato la sua città e ha regalato due canzoni dal vivo - FOTO

Gianni Poglio intervista Edoardo Bennato

12) Pronti a salpare - Edoardo Bennato – Credits: Silvia Morara

La grande storia della canzone d'autore italiana a Panorama d'Italia: mancano pochi minuti alle 19 quando Edoardo Bennato sale sul palco per raccontarsi nella sua Napoli. "Il primo maestro di musica me lo ha imposto mia mamma a 10 anni. non voleva che passassi le vacanze estive nell'ozio" racconta con quella verve che è da sempre un suo marchio di fabbrica.

 


"Napoli e le sue mille contraddizioni è uno dei temi forti delle mie canzoni" dice mentre ricorda la leggendaria notte del 1978 quando portò migliaia di fan al San Paolo in un periodo in cui gli stadi e la musica non si incrociavano quasi mai. Parla, ricorda, spiega, Edoardo Bennato che su una lavagna posizionata sul palco solo per lui disegna il suo primo lavoro urbanistico: la realizzazione di un parcheggio in una zona dismessa sotto casa.

E poi quella sera al ristorante con Diego Maradona dopo la conquista del secondo scudetto degli azzurri. "era speciale forse non un atleta nel senso tecnico della parola, ma un gigante nei rapporti con la gente normale, il popolo dei più umili, quello da dove veniva lui". Unica nota dolente quel disco pronto che al momento non trova una etichetta pronta a pubblicarlo. "Mi hanno chiesto di andare a Sanremo, ma quello non è il mio posto, che ci vada qualcun altro". ancora una riflessione su Napoli: "il cambiamento vero avviene quando si muove una comunità che davvero vuole cambiare le cose".

Pino Daniele: "dovevamo fare un concerto insieme per l'addio al calcio di Fabio Cannavaro ma poi è saltato, purtroppo. Era un amico ci eravamo sentiti per gli auguri di buon 2015 poco prima che se ne andasse. Lo stimavo molto". Il gran finale: due canzoni live per l'evento di Panorama: Italiani e Non è amore, belle intense, sottolineate dagli applausi del pubblico che poi lo cironda per foto ed autografi di rito.

Grazie Edoardo 

© Riproduzione Riservata

Commenti