Cronaca

Il Grillino tra i banchi, l'agenda dell'equivoco

Il nuovo diario del Gruppo Cartorama è giocato tutto sulle parole d'ordine del movimento di Beppe Grillo. Ma in realtà non c'entra con l'organizzazione del comico genovese. L'intervista

"Il Grillino", l'agenda dell'equivoco

– Credits: CartoramaGroup

“Macché agenda politica, Il Grillino è solo una raccolta di pillole di buonsenso”. Maurizio Armaroli, Direttore commerciale del Gruppo Cartorama, intervistato da Panorama.it, sorride. È consapevole dell’ "equivoco” che il nome della nuova agenda lanciata dal Gruppo per l’anno scolastico 2013-14, crea con il leader del Movimento5stelle e ovviamente ci “gioca” un po’. Poi, precisa: “La nostra è comunque una società che fa business!”. Insomma, equivoco o no l’importante è vendere. Naturalmente.

Direttore, se non si tratta di un’agenda ispirata al movimento di  Beppe Grillo, come è nata l’idea?
“Il Grillino è l’agenda che si è ispirata al Grillo Parlante di Pinocchio ma non potendolo registrare come un nostro marchio abbiamo optato per il nome attuale “il Grillino”, che era ancora libero”.

Ok, non vi sarete ispirati a Grillo ma non può negare che la foto in copertina non assomigli al leader del Movimento…
“Si tratta di un covone di paglia. È una fotografia scattata da un professionista americano che abbiamo comprato su internet…”

Sì, però non può negare che il “covone” non assomigli alla capigliatura e alla barba di Grillo... per non parlare della forma degli occhiali e del sottotitolo “Non ti senti rappresentato? Cantagliene quattro”…
Il direttore ride di gusto. “Speriamo che Beppe Grillo in questi giorni non decida di tagliarsi la barba!”

Veniamo ai contenuti. Niente politica, niente Beppe Grillo ma allora di che cosa parla la nuova agenda?
“Curiosità e pillole di buonsenso”

Ci faccia un esempio..
“Ci sono dati e informazioni su come si viaggia in Europa, su come i ragazzi europei usano i mezzi pubblici,  sul risparmio energetico. Ad esempio per il 25 aprile abbiamo ripreso la frase di Gaber “Libertà è partecipazione”. L’agenda, come è scritto nel sottotitolo è per tutti coloro che non vogliono arrendersi e che voglio conoscere e reagire”

A chi è rivolta?
“A tutti i ragazzi tra i 13 e i 17 anni. Ma ci risulta che anche dei bambini di 8 anni abbiano preteso dalla madre l’acquisto de Il Grillino invece del diario dei Pokemon..”

Quante copie avete stampato?
"Circa 110 mila"

Quante vendute ad oggi?
“È troppo presto per dirlo i conti esatti si potranno fare solo alla fine della stagione, con i pezzi non venduti. Al momento ci risulta siano stati già venduti circa il 50-60% del totale”.

Adesso occorrerà aspettare probabilmente la fine dell’anno per capire se l’agenda Il Grillino avrà incontrato il gradimento dei giovanissimi. Sicuramente, ad oggi, l’equivoco sottilissimo sul quale ha giocato il Gruppo Cartorama ha portato i risultati auspicati.

© Riproduzione Riservata

Commenti