robert-mueller-procuratore-speciale-usa
Esteri

Robert Mueller, chi è il procuratore speciale che preoccupa Trump

Voluto dai democratici e nominato dal presidente per placare le proteste sul Russiagate, ecco l'uomo che può portare all'impeachment The Donald

Dopo l'uscita coatta di James Comey dall'Fbi, uomo scelto da Obama nel 2013, sopravvissuto alle polemiche sorte sulla sua gestione dell'emailgate riguardante Clinton, ma affondato sull'inchiesta relativa all'interferenza della Russia nelle elezioni presidenziali e sui legami tra Trump e funzionari del Cremlino, la patata bollente passa nelle mani di Robert Mueller, nominato procuratore speciale con l'incarico di sovrintendere le indagini federali in corso.

Ma quello che si profila di scoprire Mueller, se venisse confermato, è una storia degna di essere paragonata a un thriller a sfondo drammatico, dagli amari accenti ironici. 

Chi è Mueller
Nominato direttore dell’Fbi nel 2001 da George W. Bush, Mueller ha ricoperto quell’incarico fino a quasi quattro anni fa. Nominato da George W. Bush e confermato da Barack Obama, oggi assume l'incarico di condurre l'inchiesta come indipendente senza rispondere, come dovrebbero fare altri procuratori, al ministero della Giustizia.

Dopo che il ministro della giustizia Jeff Sessions si è auto ricusato uscendo di scena dall'indagine relativa al Russiagate, Mueller infatti è stato autorizzato a perseguire ogni reato penale che dovesse emergere dalle indagini nei riguardi della presidenza.

Ma Mueller non è nuovo a indagini e azioni penali super delicate. Con un mandato eccezionalmente lungo, 12 anni, approvato 100 a zero e prorogato di due anni dal Congresso con una legge nel 2011, Mueller, 72 anni, sposato con due figlie, si è trovato a gestire anche gli attacchi terroristici del 2001 proprio come capo dell'Fbi.

Inoltre, in questi anni lontani dall'agenzia investigativa, è stato incaricato di lavorare su altre indagini di alto profilo: nel 2015, l'inchiesta voluta dalla NFL che aveva reso noto un video in cui il giocatore di football Ray Rice sferrava un pugno alla sua fidanzata, oppure nel 2016 il caso della Booz Allen Hamilton che aveva chiesto proprio a Mueller dei controlli su un imprenditore accusato di aver rubato segreti sulla sicurezza nazionale.

E la sua storia arriva da lontano. Dopo aver prestato servizio nel Corpo dei Marines in Vietnam, si è laureato in legge all'università della Virginia. Ha lavorato per 12 anni negli uffici del procuratore degli Stati Uniti, come capo della divisione criminale di San Francisco e come assistente procuratore a Boston. Come capo della divisione criminale, Mueller ha visto la creazione di prima unità dedicata alla sicurezza cibernetica. 

Perché Mueller
Richiesto a gran voce dai democratici al fine di favorire indagini più indipendenti e trasparenti, c'è da sottilineare che quella di nominare Mueller è stata per Trump un vera mossa strategica, un tentativo di placare le polemiche proprio sul Russiagate dopo la sua decisione di licenziare proprio il capo dell’Fbi James Comey.

Il ruolo di Mueller
Mueller ha da oggi il potere di decidere fino a che punto consultarsi e informare il dipartimento di giustizia sugli sviluppi delle indagini sul presidente.

Cosa troverà Mueller
Trump ha ribadito il suo rifiuto di collusione con il Cremlino ma alcuni esponenti democratici sostengono che l'indagine rivelerà un accordo segreto tra Vladimir Putin e il presidente Trump, che proprio per questo vede sempre più vicina calare l'ombra dell'impeachment per ostruzione alla giustizia, oltre che del sipario sul suo mandato.


© Riproduzione Riservata

Commenti