I contenuti di questo post sono stati prodotti in autonomia dall’autore che appare nella sezione autore prima dell'inizio del testo, i contenuti di questo post possono essere associati a un brand promozionale tramite la dicitura “sponsorizzato da” oppure “offerto da” con il logo dello sponsor ben visibile.

Con l'inaugurazione di tre mostre fotografiche al femminile, prende il via oggi a Roma l'ottava edizione (7-29 marzo) della rassegna Obbiettivo Donna, organizzata e prodotta da Officine Fotografiche , alla ricerca di uno spazio aperto al confronto, alle contaminazioni visive e all'intrattenimento.

Dei 50 progetti che hanno partecipato al bando di selezione, la fotografa e docente Lina Pallotta ha scelto quelli di Annalisa Natali Murri, Sara Palmieri e Luciana Passa, "perché professionalmente e concettualmente com-piuti. Il linguaggio indipendente e personale, la scelta di privilegiare un approccio intimo, che non penalizzala ricerca formale o strutturale, arricchiscono il dialogo sul linguaggio visivo contemporaneo".

Riuniti nel titolo Percorsi Atemporali, Memoria, sofferenza e problematicità sociale, i lavori presentati dalle autrici spaziano dalla documentazione sociale di Annalisa Natale Murri che con Cinderellas, "riporta con partecipazione, ed empatia femminile, la condizione delle Hijras, transessuali del Bangladesh". C'è poi il dolore connesso alle problematicità espresse in Algòs da Luciana Passaro, che "rappresenta con grande sobrietà le limitazioni che la malattia impone a un giovane corpo". L'esplorazione della memoria storica personale, con M. di Sara Palmieri, che "fa del racconto autobiografico lo strumento idoneo a sviscerare il presente".

Tre percorsi visivi diversi, uniti dall'uso che le autrici hanno fatto del bianco e nero e dall’affermazione della libertà espressiva.

Il programma completo della rassegna, curata da Lina Pallotta ed Emilio D'Itri, è disponibile su www.obbiettivodonna.org .

Commenti

Lascia un Commento

L'indirizzo email non verrà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

È possibile utilizzare questi tag ed attributi XHTML: <a href="" title=""> <abbr title=""> <acronym title=""> <b> <blockquote cite=""> <cite> <code> <del datetime=""> <em> <i> <q cite=""> <strike> <strong>