Laura Chiatti: "Sono un'estrema romantica"

L'attrice umbra, in tv al fianco di Max Giusti e al cinema di Alessandro Preziosi, nella vita privata fa coppia fissa con l'atleta Davide Lamma e dichiara: "L'amore oggi? Contaminato"

Laura Chiatti (credits: Ufficio stampa film "Il volto di un'altra")

Claudia Catalli

-

Cosa si è disposti a fare pur di restare sulla cresta dell’onda? Lo racconta bene Laura Chiatti nella corrosiva commedia Il volto di un’altra di Pappi Corsicato. Se al cinema interpreta Bella, nella vita di tutti i giorni si limita ad indossare con spensieratezza questo aggettivo, senza farsi intrappolare dall’ossessione per la perfezione.

Ha ammesso candidamente di essersi ritoccata il seno (proprio durante le riprese del film, causa dimagrimento eccessivo), ma si dichiara contraria all’abuso sconsiderato della chirurgia plastica. Anche perchè lei, di perfezione, non vuole assolutamente sentir parlare, anzi, non sopporta chi pretende troppo da lei: “Fare l’attore è un mestiere che ti porta ad essere più esposta di chi fa un lavoro normale. Hai sempre una responsabilità nel rispetto di chi guarda, come fossimo prima attori e poi esseri umani” racconta a Roma, città dove pare stia cercando casa per imminente convivenza.

“La gente non capisce che è il contrario: siamo innanzi tutto umani, e abbiamo imperfezioni, carenze morali ed estetiche”. Per quelle estetiche, tuttavia, ci si dà più da fare: “Purtroppo quella del raggiungimento di una perfezione definita da non si sa cosa o chi, ormai è una vera e propria ossessione. Vedo persone sempre tese a raggiungere il massimo, come se ognuno di noi dovesse dimostrare chissà cosa per sentire che c’è. Come racconta il film, viviamo una totale sovrapposizione tra essere e apparire, e chiunque ambisce a questo. Per dirla in altre parole, e senza voler dare giudizi, oggi la fama è ambita anche da un macellaio”.

Catherine Zeta-Jones di Prima ti sposo, poi ti rovino è stata il suo riferimento privilegiato per questa nuova performance, anche se Laura ammette di non voler mai seguire le altri attrici: “Non mi piace scimmiottare nessuno, preferisco intraprendere percorsi personali”. E nel raccontare le difficoltà avvertite sul set (“A un certo punto mi sentivo snaturalizzata, ho pensato: “Non ce la posso fare”), ammette di trovare più “semplice” la televisione (era a fianco di Max Giusti nel varietà Riusciranno i nostri eroi?): “Mi sono divertita parecchio, cantavo, poi ero me stessa, è stato bello”.

Grande e piccolo schermo, lavoro. E i rapporti con l’altro sesso? Se sul set l’attrice umbra deve vedersela con Alessandro Preziosi (“Alessandro si trasforma quasi in me, inizia a truccarsi e diventa femminile: questo racconta la competizione che oggi c’è più tra uomo e donna che tra persone dello stesso sesso”), nella vita è felicemente fidanzata con il cestista Davide Lamma. E ci scherza su: “Sono fidanzata con un atleta, ma di nicchia: gioca a basket”.

Poi si fa più seria, nel parlare dei rapporti di coppia: “Io sono un’estrema romantica, credo ai buoni sentimenti, ma penso sia difficile trovare oggi una coppia che creda ancora all’unione di sentimenti genuini: siamo molto contaminati, sotto diversi punti di vista”. E l’amore? “L’amore è sporcato da una sorta di sopravvivenza, è difficile oggi ragionare come facevano i nostri nonni: incontri una persona che può compensarti per costruire una fortuna. Inutile essere ipocriti: ormai si cerca chi può farti star bene economicamente e che ti possa amare, in seconda battuta. Però per fortuna ci sono anche ragazze come me, che ci credono ancora”.

© Riproduzione Riservata

Commenti