News

Parigi: terrore al negozio Kosher - Foto

Le immagini dell'assedio e della liberazione del negozio Kosher dove due persone - legate ai Kouachi - hanno sequestrato ostaggi prima di essere uccisi

I FATTI

Chérif e Saïd Kouachi, i due fratelli franco-algerini sospettati di essere gli autori del massacro nella redazione di Charlie Hebdo sono stati uccisi oggi pomeriggio, venerdì 9 gennaio, 2015 in un raid delle forze di sicurezza a Dammartin-en-Goele, a nord-est di Parigi, vicino all'aeroporto Charles de Gaulle.

I fratelli Kouachi, che erano in fuga da mercoledì 7 gennaio 2015, il giorno dell'assalto agli uffici del settimanale, sono stati uccisi quando le forze speciali francesi hanno attaccato l'edificio di un'azienda tipografica dove i due si erano rifugiati e dove tenevano un uomo in ostaggio dalla mattina di venerdì.

Quasi contemporaneamente all'assalto del rifugio dei Kouachi, le forze di sicurezza hanno anche assaltato un negozio di alimentari Kosher a Parigi dove un altro uomo teneva almeno sei persone in ostaggio dalla mattina di venerdì.
L'uomo pare sia Amedy Coulibaly, 32 anni, responsabile, giovedì 8 gennaio 2015, dell'uccisione di una donna agente di polizia urbana, Clarissa Jean-Philippe a Montrouge, nei sobborghi di Parigi.
Con Coulibaly c'era anche una donna, Hayat Boumeddienne, 26 anni.
Coulibaly è stato ucciso nell'assalto. Boumeddienne pare sia stata arrestata.
Coulibaly e Boumeddienne erano collegati, secondo i media francesi, a i fratelli Kouachi.

Secondo i media francesi, alcuni degli ostaggi nel negozio kosher sono morti.


Il newsblog in diretta: 

I terroristi tengono in scacco la Francia

I terroristi tengono in scacco la Francia

Ti potrebbe piacere anche