cidadeolimpica.com
Economia

Rio 2016: il Brasile in recessione taglia gli investimenti

A fronte dell'inflazione e della disoccupazione crescenti, il Comitanto organizzatore delle prossime Olimpiadi decide per un taglio drastico alle spese

Gli effetti della grave crisi economica che ha colpito il Brasile, entrato ufficialmente in recessione da agosto, si fanno sentire anche sulle prossime Olimpiadi e Paralimpiadi, in programma tra dieci mesi a Rio de Janeiro: il Comitato organizzatore locale ha annunciato tagli compresi tra il 10% e il 30% sulle spese programmate, per non correre il rischio di superare il budget.

Attualmente ci sono a disposizione 7,4 miliardi di reais (2,1 miliardi di euro) frutto di risorse private (sponsor, prevalentemente). L'idea è di non gravare sui conti pubblici in un momento particolarmente delicato per il Paese sudamericano, alle prese con inflazione e disoccupazione crescenti. ''Dobbiamo presentare Giochi economicamente sostenibili, non c'è piu' spazio per spese eccessive'', ha dichiarato il responsabile della comunicazione del Comitato. (ANSA)

Ti potrebbe piacere anche

I più letti