Rita Fenini

-

Un Primo Maggio dedicato a tutti i lavoratori, ma anche (o soprattutto) alla sicurezza sul lavoro e a tutto il mondo dei "nuovi" lavoratori - dai migranti ai rider, alle altre categorie emerse negli ultimi anni - che sembrano quelle più bisognose di diritti e tutele.

Questi i temi del primo maggio italiano che, da Milano a Napoli, passando per Torino, Prato, Roma e innumerevoli altre città e paesi, ha visto scendere nelle piazze lavoratori, esponenti politici e sindacali: tra gli eventi "clou", il comizio, tenutosi a Prato, dei tre leader di Cgil, Cisl e Uil, Susanna Camusso, Annamaria Furlan e Carmelo Barbagallo; la suggestiva installazione di 1029 sagome bianche in Piazza San Silvestro a Roma per ricordare le vittime sul lavoro; il "Concertone" di piazza San Giovanni, che, presentato da Ambra Angiolini e Lodo Guenzi de Lo Stato Sociale, è durato dal pomeriggio fino a tarda notte.

Tra slogan, feste, cortei, bandiere e anche richieste (giunte da più parti) per la formazione in tempi brevi di un nuovo Governo, in tutta Italia la giornata del primo maggio è comunque trascorsa senza gravi incidenti, senza trasformarsi in occasione di lotta e scontri, come è invece avvenuto in altre parti del mondo

A Parigi, Berlino e Istanbul si sono infatti registrati momenti di altissima tensione, con lanci di fumogeni, barricate nelle strade e violente battaglie di piazza fra dimostranti e polizia: in Turchia, dove la situazione è da tempo particolarmente "calda", moltissimi gli arresti

Primo maggio violento anche in molte zone del Sud America, Honduras e Colombia in primis



 




© Riproduzione Riservata

Leggi anche

Concerto Primo Maggio 2018 a Roma: la scaletta degli artisti

La maratona rock di Piazza San Giovanni ha preso il via alle 15 con Indigo Face e si chiuderà con il dj set di Fatboy Slim

Commenti