bagagli aeroporto
(Leonardo)
bagagli aeroporto
Cronaca

Malpensa e Orio, bagagli al sicuro con i nuovi sistemi di Leonardo

Nuovo impianto di sicurezza e smistamento di valigie e contenitori vari, a prova di «mano lesta» nei due scali lombardi

Saranno realizzati da Leonardo il nuovo impianto di smistamento bagagli e il sistema di sorveglianza delle operazioni sulle piste dell'aeroporto lombardo di Malpensa, mentre una nuova macchina smistatrice delle valigie sarà installata nel terminal dello scalo Il Caravaggio di Bergamo Orio al Serio. Quale miglior momento di quello attuale per investire in tecnologia, ora che il traffico è ridotto e quindi ci sono le condizioni per poter collaudare adeguatamente gli impianti, stante che tutti gli indicatori del traffico aereo prevedono forte ripresa a partire dall'estate. Per Leonardo si tratta di un importante consolidamento della sua presenza nel settore aeroportuale civile che si è concretizzato con la firma dei contratti con le società di gestione dei due scali, Sea e Sascbo, che per numero di passeggeri sono al secondo e terzo posto in Italia.

L'impianto che sarà posizionato a Malpensa sostituirà in gran parte quello esistente portando a compimento un adeguamento normativo presso il Terminal 1, ovvero rendendo il sistema compatibile allo standard 3 definito da Ecac (European Civil Aviation Conference), in materia di sicurezza. Un aggiornamento che sarà fatto anche a Bergamo. Questa regolamentazione, cui sono soggetti tutti gli aeroporti, prevede che i bagagli siano sottoposti a un rigoroso processo di verifica prima del nulla osta all'imbarco. A Malpensa Leonardo realizzerà la nuova soluzione con una graduale sostituzione dei componenti dell'impianto esistente, in modo da garantire la continuità del servizio. Una volta finito e a regime, il sistema sarà costituito da due macchine smistatrici tipo Cross-belt Mbsh (Multisorting Baggage Handling System), che si sviluppano su circa due chilometri e mezzo di nastri e altri meccanismi di trasporto. L'interfaccia dei sistemi del nuovo impianto con quello esistente garantirà l'identificazione e la tracciatura di ogni bagaglio dai check-in fino alla consegna finale. Sea ha affidato a Leonardo anche la realizzazione di un sistema di sorveglianza per supportare le operazioni aeroportuali, in particolare per il controllo di aeromobili e veicoli presenti nelle aree di manovra. Il progetto, di durata quinquennale, si basa su tecnologia Ads-B (Automatic Dependent Surveillance–Broadcast), che prevede la creazione di 14 stazioni fisse che rilevano posizione, velocità e traiettoria di circa cento trasmettitori posti a bordo di veicoli, ma pienamente compatibili a quelli installati sugli aeromobili, dove in realtà questo sistema nasce per estendere le caratteristiche dei cosiddetti risponditori radar automatici (detti transponder modo S). Il progetto prevede anche un sistema di comunicazione ridondante per le comunicazioni aeroportuali mobili sviluppato in ambito del progetto europeo Sesar (Single European Sky).

Ti potrebbe piacere anche

I più letti