Caso Brega Massone, la difesa al contrattacco
Ansa
Caso Brega Massone, la difesa al contrattacco
News

Caso Brega Massone, la difesa al contrattacco

Oggi una conferenza stampa a Roma con i radicali. Gli avvocati denunciano che le due condanne in Corte d'appello sono arrivate senza nemmeno una perizia neutrale

Oggi, nella sede romana del Partito radicale in via di Torre Argentina, si svolgerà una conferenza stampa sul caso del chirurgo Pierpaolo Brega Massone e della cosiddetta “clinica degli orrori”, la Santa Rita di Milano. L'iniziativa ha lo scopo di  presentare all’opinione pubblica una serie di domande rimaste senza risposta nel processo, per come si è svolto finora a Milano.

Saranno presenti, fra gli altri: Rita Bernardini, Segretario Partito radicale italiano; Barbara Magnani, moglie del dottor Brega Massone; Vincenzo Vitale, suo avvocato difensore; Massimo Martelli, già primario di chirurgia toracica presso l’ospedale Forlanini di Roma, decano della chirurgia toracica italiana e perito della difesa.

È la prima volta che la difesa di Brega Massone, schiacciata finora dall’esorbitante preponderanza della pubblicistica colpevolista sul caso, cerca di prendere la parola.

Brega Massone, arrestato il 9 giugno 2008 per una serie di accuse che vanno dall’omicidio plurimo alla truffa al falso, è da allora in carcere malgrado non sia stata ancora pronunciata una sentenza definitiva in nessuno dei due processi che lo vedono imputato, è stato finora condannato in primo e secondo grado.

L’imputato continua disperatamente a proclamarsi innocente da tutte le accuse. I suoi difensori denunciano che il tribunale ha deciso senza nemmeno chiedere una perizia imparziale.

Ti potrebbe piacere anche

I più letti