Gabriele Antonucci

-

Non c'è pace per Prince, morto a soli 57 anni per cause ancora da accertare, in attesa dei risultati definitivi dell'autopsia.

Tra la ridda di ipotesi che circolano in questi giorni, ha del clamoroso quella svelata dal National Enquirer, che ha ascoltato una fonte anonima assai vicina al genio di Minneapolis, secondo la quale a Prince era stato diagnosticato l'Aids sei mesi fa, dopo che aveva imparato a convivere con la sieropositività già dalla meta' degli anni Novanta.

Sembra che l'artista, seguace dei Testimoni di Geova, avesse deciso di non sottoporsi a cure mediche specifiche per combattere il virus in nome della sua fede, confidando che Dio lo avrebbe guarito. Il suo decesso sarebbe dovuto a una banale influenza a cui il suo sistema immunitario, fortemente provato dall'HIV, non ha resistito. Al momento della morte Roger Nelson pesava solamente 36 chili.

Ciò che è sicuro, per ora, è il ritrovamente nel suo sangue e nella sua casa di Percocet, una combinazione di paracetamolo e ossicodone, farmaci antidolorifici a base di oppiacei molto più potenti della morfina.

Il malore per il quale il suo aereo fu costretto ad un atterraggio di emergenza, lo scorso 15 aprile, potrebbe essere stato causato proprio da un'overdose di questo tipo di medicinale,usato solitamente per lenire i forti dolori causati dal tumore.

© Riproduzione Riservata

Commenti