Musica e solidarietà: "Con il cuore nel nome di Francesco"

Da Al Bano a Ron, a Noemi. Tanto Pop e rock per aiutare i più poveri assistiti dai frati francescani in Italia, Africa e Indonesia. Presenta la serata Carlo Conti

Sanremo Festival 2017

Carlo Conti. La perfezione, in tutto, specie in fatto di ascolti. Anche il look convince sempre. VOTO: 10 – Credits: ANSA/CLAUDIO ONORATI

Orazio La Rocca

-

Musica pop, rock, rap per sponsorizzare progetti di solidarietà per i poveri e bisognosi assistiti dai frati francescani in Italia, in alcuni paesi africani e in Indonesia. È la serata di beneficenza “Con il cuore nel nome di Francesco”, organizzata dal Sacro Convento di Assisi, che Raiuno trasmetterà in diretta con Carlo Conti la sera di martedì 19 prossimo.

All'evento – giunto alla sedicesima edizione – interverranno artisti tra i più grandi cantanti italiani di ieri e di oggi, a partire dai vincitori del Festival di Sanremo 2018, Fabrizio Moro ed Ermal Meta che riproporranno, tra l'altro, il brano con cui si sono affermati all'ultima rassegna canora sanremese “Non mi avete fatto niente”, un inno alla pace e una condanna a tutte le forme di guerre, di violenze e di sopraffazione “in linea con lo spirito francescano”, tengono a sottolineare i due cantanti in sintonia con i frati di Assisi.

La serata sarà presentata lunedì prossimo in una conferenza stampa alle 15.00 presso la Sala Stampa del Sacro Convento di Assisi, con la partecipazione di Carlo Conti, del Custode del Sacro Convento di Assisi, padre Mauro Gambetti, e i cantanti Ron e Al Bano, che torna a cantare per i frati francescani con “emozione, riconoscenza, voglia di fare bene perchè – anticipa a Panorama - Donare è bello!” ed anche perchè si tratta di un “piacevolissimo e interessante viaggio verso un luogo felicemente storico e intriso di religiosità e di grandi emozioni. Un viaggio dell’anima verso pace e tranquillità del cuore”. Accanto ad Al Bano, a Ron, a Fabrizio Moro e a Ermal Meta, si esibiranno anche Bianca Atzei, Edoardo Bennato, Red Canzian (ex Pooh), Marco Carta, il Coro dell’Antoniano di Bologna, Noemi con la partecipazione straordinaria dell'attore Nino Frassica. Tra le testimonianze, don Marco Pozza (allievo del cardinale Joseph Ratzinger-Benedetto XVI), parroco del carcere “Due Palazzi” di Padova e di don Davide Banzato, sacerdote della comunità “Nuovi Orizzonti”, che si occupa di aiutare chi è in gravi difficoltà e dei ragazzi di strada.

“Il gesto che abbiamo scelto per questa campagna di solidarietà, è San Francesco denudato davanti al padre: denudarsi dell'indifferenza e rivestirsi di attenzione verso l’altro”, anticipa il direttore della Sala Stampa del Sacro Convento di Assisi, padre Enzo Fortunato. Sarà, come già avvenuto nelle precedenti edizioni, “una maratona di beneficenza che si rivolge a tutti gli uomini di buona volontà per aiutare e sostenere progetti a favore delle famiglie più in difficoltà in Italia e all’estero e, nello stesso tempo, essere vicini agli ultimi, a mostrare il cuore generoso e ad aiutare chi soffre e ha bisogno di noi”, conclude padre Fortunato. In questa edizione di ‘Con il Cuore’ sosterremo le missioni francescane, l’Italia e l'Africa. Basta davvero poco un sms o una chiamata da rete fissa al 45515”.

L’iniziativa benefica è promossa dal Sacro Convento di Assisi e dall’Istituto per il Credito Sportivo col contribuito di UniCredit Subito Casa, Poste Italiane, Auxilium e Diva International (Fria) e col patrocinio morale della Regione Umbria, della Provincia di Perugia e del Comune di Assisi. “La voce del verbo dare per me – conclude Al Bano - è sempre stata molto più interessante della voce del verbo avere, ma comunque bisogna avere per poter dare e quindi questo cerchio di pace e amore deve esistere e coesistere con l’elemento vita, nella vita prendi perché ricevi da qualcuno e allo stesso modo come hai avuto devi dare, ecco questa è la mia visione del dono e della vita.

Francesco è stato il primo mendicante d’amore, di religiosità, di umanità, è stato il primo santo viaggiante. Ha sempre dato tutto e chiesto solo il necessario per esistere. Non perdiamo questo insegnamento, è importante. Nel momento in cui dai c’è un occhio superiore che guarda le tue azioni e soprattutto le giudica. “Date e vi sarà dato”, c’è scritto nella Bibbia. Dio ha regalato la vita a Francesco e lui l’ha spesa per gli altri. Non dimenticate mai che bisogna saper dare agli esseri umani, tanto sarà dato tanto più si riceverà”.

Come donare

Sarà possibile sostenere la campagna di solidarietà dei frati del Sacro Convento di Assisi, per poveri e dimenticati dal mondo, fino al 5 luglio via web www.conilcuore.info,  e con SMS per donazioni da 2 euro chiamando al 45515 da cellulari Wind Tre, Tim, Vodafone, PosteMobile,Coop Voce e Tiscali e chiamate da rete fissa sempre al 45515. Sarà invece di 5 euro la donazione fatta allo stesso numero 45515 chiamando da rete fissa TWT, Convergenze e PosteMobile, e di 5-10 euro da rete fissa Tim,  Wind Tre, Fast Web, Vodafone d Tiscali.

© Riproduzione Riservata

Commenti