Gabriele Antonucci

-

George Michael, per un crudele gioco del destino, è morto quasi tre anni fa nella sua casa di Goring per cause naturali (cardiomiopatia dilatativa accompagnata da miocardite e steatosi epatica), a soli 53 anni, proprio il giorno di Natale.

Una festività che da 35 anni è legata a filo doppio alla sua Last Christmas, una gemma senza tempo in grado di mostrare come il pop, qualora venga declinato con gusto, qualità e sensibilità, non è una parolaccia, ma una delle più alte espressioni dell’arte popolare, in grado di toccare i cuori di milioni di persone con canzoni solo apparentemente semplici.

Prima con gli Wham, poi come solista, George Michael, che in carriera ha venduto oltre 100 milioni di dischi, ha inciso delle canzoni memorabili, evolvendo negli anni verso un pop-jazz maturo e raffinato, senza però rinunciare a irresistibil brani dance anche nell'ultimo album Patience.

Troppo spesso si associa George Michael alla musica degli anni Ottanta, dimenticandosi che i suoi capolavori (Listen Whitout Prejudice e Older) appartengono prevalentemente al decennio successivo. 

Il 19 dicembre Last Christmas sarà anche un film al cinema, ispirato alla musica di George Michael e degli Wham! e diretto da Paul Feig, scritto insieme all’attrice vincitrice dell’Oscar Emma Thompson, con la partecipazione di Emilia Clarke (Game of Thrones),Henry Golding (Crazy Rich Asians), Michelle Yeoh e la stessa Emma Thompson.

Da oggi è in radio e su tutte le piattaforme digitali This Is How (We Want You To Get High), primo brano inedito di George Michael dal 2012.

La canzone, scritta e prodotta da George Michael in collaborazione con James Jackman, è pubblicata come singolo da Universal Music e fa parte della colonna sonora del film “Last Christmas”, ispirato alla musica di George Michael e degli Wham!.

“This Is How (we want you to get high)”, registrato durante le ultime sessioni in studio di George, è il primo brano originale che viene condiviso dal 2012: un classico di George Michael dal ritmo funky, registrato presso gli Air Studios di Londra.

Il testo, scritto esclusivamente da George, racconta dei mali della società con la caratteristica miscela di umorismo e autoironia tipica della pop star inglese.

Il singolo accompagna perfettamente la scena finale di “Last Christmas”, la nuova commedia romantica di Universal Pictures, ispirata dall'omonimo successo degli Wham!.

Thompson aveva incontrato George nella sua casa nel nord di Londra, nella primavera del 2013, per parlare della sceneggiatura. L'attrice aveva poi sviluppato varie versioni della storia prima della improvvisa scomparsa di Michael, il giorno di Natale 2016.

Parlando del suo incontro con George Michael, momento importante che aveva portato alla realizzazione del film, Emma Thompson ha detto: "La saggezza e la portata emotiva dei testi di George mi hanno sempre colpita. Tanti hanno pensato che le sue canzoni fossero state scritte appositamente per il film. Dopo aver incontrato George ed aver vissuto da vicino la sua compassione e la sua capacità di comprensione, mi sono resa conto che in realtà il film era stato scritto proprio sulla base di quei testi".

Nella primavera del 2018, dopo aver discusso su quali canzoni sarebbero state inserite nel film, Emma Thompson ha avuto un'anteprima esclusiva di quattro brani inediti di George Michael.

Sin dall’inizio l’attrice si è innamorata di “This Is How (We Want You To Get High)”, soprattutto per il testo che rispecchia i temi centrali del film.

Il film “Last Christmas”, definito dal regista Paul Feig come "una lettera d'amore a George", sarà dal 14 novembre nelle sale italiane.

La colonna sonora, che contiene tre brani degli Wham! e dodici canzoni della carriera solista di George Michael, sarà disponibile dall’8 novembre.

Tutte le canzoni sono state scritte arrangiate e prodotte da George Michael, tranne “This Is How (We Want You To Get High)” - scritta e co-prodotta da George Michael e James Jackman, e faranno commuovere tutti i fan che sono cresciuti con la sua musica ma, soprattutto, faranno conoscere alle nuove generazioni il suo straordinario virtuosismo e la sua ampia gamma musicale.

"Last Christmas" finalmente prima in classifica?

Il team di George Michael, di concerto con i suoi fan, sta lavorando affinchè Last Christmas arrivi finalmente al primo posto in classifica.

La canzone avrà una rinnovata attenzione questo Natale con l'uscita del film omonimo che ha ricevuto la benedizione di George prima della sua scomparsa.

"Tutti lavoreranno duramente per far sì che ciò accada", ha dichiarato Chris Organ of Russells, avvocato di George, sulle possibilità del singolo numero 1. "George non è stato solo uno dei più grandi cantanti britannici di tutti i tempi, è stato uno dei più grandi cantautori britannici di tutti i tempi."

Chris ha concluso che sarebbe stato un "bel tributo" per Last Christmas in cima alle classifiche 35 anni dopo la sua uscita.

L'etichetta di George afferma che raggiungere un pubblico più giovane è una parte fondamentale della loro strategia quest'anno.

"Le canzoni di George saranno sempre rilevanti e i suoi valori parlano davvero ai millennial di Gen-Z: filantropia, attivismo, individualismo", ha spiegato Joanna Kalli, responsabile marketing del Sony Music Commercial Group.

Pubblicata nel dicembre 1984, Last Christmas raggiunse il picco al numero 2 dietro a Do They Know It's Christmas di Band Aid.

Lungo la strada, la canzone è diventata la traccia più venduta a non raggiungere mai la vetta della classifica ufficiale dei single, tornando in classifica ogni anno dal 2007 e arrivando alla sua posizione di picco nel 2017.

Lo scorso Natale, nel 2018, è salita al numero 3. Ma quest'anno potrebbe davvero essere la volta buona per la canzone moderna più amata del Natale.

© Riproduzione Riservata

Commenti