PeopleImages @iStock
Tecnologia

Le migliori cuffie (wireless e non) per ascoltare musica sul telefono

Uno sguardo alle migliori soluzioni on-ear/over-ear del momento, per qualità audio, versatilità e prezzo

Aggiornato il 29/08/2017

La musica, ormai, va a braccetto con lo smartphone. Piaccia o meno, l'avvento dei formati digitali (prima) e quello dello streaming (poi) hanno cambiato il nostro modello di fruizione del bene "sonoro": dai supporti di plastica alla musica “fluida”, disintermediata dal mezzo e ascoltabile su qualsiasi dispositivo, persino su un telefono. Secondo un recente studio della Federazione Internazionale dell’Industria fonografica, il 55% delle persone ascolta musica passando proprio dal proprio inseparabile compagno digitale.

Eppure, va detto per onestà intellettuale, i cellulari di ultima generazione non sempre sono attrezzati per offrire agli utenti, e in particolare a quelli che apprezzano l’alta fedeltà musicale, soluzioni di alto livello. Il problema principale risiede soprattutto nelle cuffie in dotazione, più adatte alle conversazioni telefoniche che a un ascolto musicale di qualità.

A colmare la lacuna ci pensano per fortuna gli specialisti delle soluzioni audio, sempre prodighi di novità quando si tratta di coccolare le orecchie degli ascoltatori. Lo dimostrano i tanti modelli di cuffie con e senza fili usciti negli ultimi tempi, veri e propri gioielli di tecnologia, versatilità e design pensati per tutti quei musicofili che mai e poi mai ascolterebbero i propri brani preferiti utilizzando un modesto auricolare in dotazione.

Qui di seguito vi offriamo una rassegna delle migliori soluzioni del momento [Scorri Avanti per continuare].

P7 Wireless Bowers & Wilkins (399,99 euro)

Una scelta di qualità. Le P7 Wireless del brand Bowers & Wilkins offrono un audio praticamente perfetto, come quello cablato ma senza i fili. Le cuffie combinano una tecnologia acustica avanzata con la connettività Bluetooth aptX, che permette di ascoltare musica digitale con una resa molto vicina a quella di un CD. L’autonomia non gioca brutti scherzi con 17 ore stimate di utilizzo con una sola carica.

JBL Everest Elite 700 Platinum (279 euro)

Per celebrare i suoi primi 70 anni, il marchio del gruppo Harman lancia un’edizione speciale - color platino - di uno dei modelli più riusciti del suo catalogo. L’obiettivo è dichiarato: offrire ai musicofili della prima ora una soluzione robusta, raffinata e soprattutto senza compromessi sul piano della resa sonora. Il fine giustifica i mezzi, in questo caso un nuovo sistema di cancellazione attiva del rumore e un software per l’autocalibrazione del suono. Impeccabile il collegamento con lo smartphone che può sfruttare sia il protocollo senza fili Bluetooth 4.0, che il classico connettore da 3,5 millimetri.

Sony MDR-1000X

La casa giapponese le definisce "le cuffie con eliminazione del rumore più avanzate del momento" sulla base di alcune considerazioni di carattere tecnico. La più convincente è quella che attiene la parte di elaborazione del segnale, accreditata di un sistema di filtraggio perfezionato e personalizzato e arricchita da una nuova modalità - denominata Quick Attention - che permette di riportare all’orecchio i suoni provenienti dall’esterno semplicemente posizionando la mano sulla parte esterna del padiglione delle cuffie. L’autonomia stimata è di circa 20 ore.

Sennheiser Momentum 2.0 (280 euro)

Sennheiser

La seconda generazione di Momentum pone fine al più grosso difetto della precedente: l’indossabilità. Ora le cuffie vestono decisamente meglio con un miglioramento rilevante della qualità del suono. Un difetto? Il prezzo e l’assenza di un cavetto per iPhone e Android.

Beats Solo Wireless 3 (299,95 euro)

Dal popolare marchio creato da Dr. Dre, da poco passato nelle mani di Apple, ecco una soluzione wireless (ma comunque dotate di connettore audio da 3.5) che punta tutto sulla longevità. Di fatto, spiega, l’azienda, è possibile tener accese le cuffie per 40 ore prima di rimetterle in carica. Collegate al cellulare (meglio se un iPhone), offrono tutto quello che serve per la gestione delle chiamate a mani libere, compreso il supporto alle chiamate vocali via Siri.

House of Marley Liberate Xlbt Bluetooth

La mission del marchio, nato da un’iniziativa guidata da alcuni membri della discendenza di Bob Marley, sono ormai noti: mettere sulle orecchie degli appassionati di musica prodotti di qualità, ma anche eco-sostenibili. Ne è un esempio questa cuffia in legno, tessuto e pelle, collegabile allo smartphone (o a qualsiasi altro dispositivo mobile) via Bluetooth o jack audio da 3.5 mm. L’autonomia della batteria è di circa 12 ore.

Bose QuietComfort 25 (299 euro)

Bose

Se cercate un paio di cuffie con cancellazione del rumore ecco quello che fa per voi. Eccellenti già nelle versioni precedenti, queste ultime QuietComfort 25 innalzano l’asticella del design e del passaggio di un suono sempre più pulito. Sono wireless ma vanno con le classiche AAA che hanno una particolarità: se la carica si sta esaurendo la cuffia entra in modalità “ridotta” con un suono meno di qualità ma in grado di andare avanti per almeno altre 20 ore. Un difetto? Potrebbe esserlo il prezzo e l’assenza di una classica batteria ricaricabile.

Parrot Zik 3.0 (349 euro)

La terza generazione delle avveniristiche cuffie "touch" del produttore francese si segnala per la presenza di un sistema per il controllo adattativo del rumore e per l’innesto di una modalità (Street) che permette di ascoltare la musica e di tenere una conversazione telefonica. Il design - firmato ancora una volta da Philip Stark - si contraddistingue per le linee pulite e il collaudato sistema di controllo a sfioramento integrato sul padiglione. 

AKG Y50 (99 euro)

Difficile trovare un prodotto migliore nella fascia sotto i 100 euro. Per materiali, solidità e soprattutto qualità d’ascolto, c’è davvero di che leccarsi i baffi. E le orecchie. La versione standard è provvista di cavo (rimovibile) con controllo del microfono, ma volendo si può acquistare anche una versione senza fili (AKG Y50BT) basata su connessione Bluetooth. Il prezzo, in questo caso, sale però di una settantina di euro. 

Harman Kardon Soho (199 euro)

Sebbene non più giovanissimo, questo modello di cuffie resta ancora oggi una sintesi perfetta fra versatilità e qualità. Apprezzabile ( e comodo) il design, con i due padiglioni ripiegabili all’interno; sul piano audio, invece, sono soprattutto i due trasduttori da 30mm (dotati di magneti al neodimio) a fare la differenza. La versione wireless (comunque dotata di cavo con connettore da 3,5 millimetri) costa 50 euro in più.

Jabra Evolve 80 (250 euro)

Come sempre attenta a combinare qualità audio e funzioni telefoniche, Jabra offre agli appassionati di musica una cuffia con cancellazione attiva del rumore con microfono ad archetto incorporato.  Basta indossare le cuffie per eliminare i rumori ad alta frequenza (ad esempio le voci umani); per aumentare l'isolamendo, escludendo anche il sottofondo a bassa frequenza, è sufficiente premere un tasto. Il jack da 3,5 millimetri consente di collegare le cuffie a qualsiasi PC, smartphone, tablet (eccezion fatta del nuovo iPhone 7 se sprovvisto di adattatore).

Onkyo H500M (179 euro)

Onkyo

Presentate a settembre del 2015, le Onkyo sono una scelta azzeccata per chi non ha un budget molto alto ma vuole dotarsi di un accessorio di qualità. Non hanno la riduzione del rumore via hardware ma l’architettura acusticamente chiusa limita il disturbo ambientale e la struttura in alluminio rigido evita vibrazioni esterne. Un difetto? Poco conosciute e difficilmente reperibili in Italia.

Ti potrebbe piacere anche

I più letti