Film in streaming gratuiti: dove e come vederli
Immagine del film "Lo chiamavano Jeeg Robot" (Emanuela Scarpa)
Film in streaming gratuiti: dove e come vederli
Cinema

Film in streaming gratuiti: dove e come vederli

Costretti in casa per l'emergenza Coronavirus, possiamo consolarci con la visione di film, gratis e in piena legalità, su alcune piattaforme online. Ci sono film d'autore, lungometraggi di successo, chicche da cinefili e alcuni titoli alquanto insoliti

Restiamo a casa. Ok, l'invito del Governo per contenere il contagio da Coronavirus ora sembra finalmente chiaro a tutti. Restiamo a casa, d'accordo. E per fortuna, contro l'abbrutimento da isolamento e da cinema, teatri e musei chiusi, arrivano tante belle iniziative. Ecco quelle che piacciono particolarmente a noi cinefili, per poter vedere tanti bei film in streaming, gratuitamente, in piena legalità.

I 100 di The Film Club

The Film Club, piattaforma di video on demand di Minerva Pictures, mette a disposizione di tutti gli utenti, fino al 3 aprile, 100 film gratuiti da vedere o rivedere a casa.

Nella videoteca digitale campeggiano titoli alquanto insoliti, abbastanza fuori dal coro, da apocalittici che forse ora è meglio evitare, quali Metal Tornado (2011) di Gordon Yang o San Andreas Quake (2015) di John Baumgartner, a horror pieni di squali (tipo Shark Week di Christopher Ray del 2012), passando per classici o film d'autore più rassicuranti: Carne Tremula (1997) di Pedro Almodóvar, Il medico della mutua (1968) di Luigi Zampa con Alberto Sordi, Speriamo che sia femmina (1986) di Mario Monicelli, Amen (2002) di Costantin Costa-Gavras. Possono invece fregarsi le mani – già abbondantemente deterse – i fan di Mario Merola: incredibile a dirsi, ma è pieno di film con il Re della sceneggiata, da Napoli... la camorra sfida, la città risponde (1979) a Zappatore (1980).

Per accedere basta registrarsi su www.thefilmclub.it.

Il cinema di Infinity in prova gratuita per due mesi

Data la particolare situazione che sta vivendo l'Italia in questi giorni, Infinity, la piattaforma di video streaming on demand del Gruppo Mediaset, ha deciso di raddoppiare la sua offerta, regalando non più uno ma due mesi gratuiti di prova del servizio.
Dal 7 marzo, chi si registra su infinitytv.it può usufruire del servizio gratuitamente per due mesi (e dopo i due mesi di prova, può disdire, senza costi).

A disposizione titoli abbastanza mainstream o di successo, recenti. Tra questi: Perfetti sconosciuti (2016) di Paolo Genovese, Wonder Woman (2017) di Patty Jenkins, Jobs (2013) di Joshua Michael Stern, The Millionaire (2008) di Danny Boyle, A star is born (2018) di Bradley Cooper, Suicide Squad (2016) di David Ayer...

L'archivio della Cineteca di Milano

Chicche da cinefili sono online, gratuitamente, grazie alla Cineteca di Milano, che mette a disposizione il suo patrimonio archivistico attraverso la Videoteca di Morando: in streaming gratuito materiale di forte valore storico.
Nel catalogo sono attualmente presenti più di 500 titoli e ogni settimana vengono caricati oltre 20 film, documentari, spezzoni e materiali di archivio. Ci sono visioni uniche come La morte che assolve di Alberto Lolli, film muto del 1918, unico lungometraggio sopravvissuto della diva del muto milanese Elettra Raggio.

Tra i filmati, Emigranti di Franco Piavoli (1963), con gli emigranti del Meridione, arrivati alla stazione di Milano carichi di valigie, che corrono a prendere le coincidenze per la Germania e la Svizzera, quando ancora si poteva circolare liberamente, oppure L'incendio di Baltimora (1904) che presenta immagini documentarie del terribile rogo che devastò il centro di Baltimora il 7 febbraio 1904 o Colpa del sole (1951) di Alberto Moravia, unica esperienza cinematografica dello scrittore.

Per accedere al catalogo dei film occorre registrarsi e loggarsi tramite il sito www.cinetecamilano.it/biblioteca.

Immagine del film "La morte che assolve" (Cineteca di Milano)

Rivivere l'atmosfera della Mostra del cinema di Venezia

Forse il Festival di Cannes, inizialmente previsto a maggio, sarà annullato causa pandemia. La speranza è che per settembre, quando dovrebbe svolgersi la 76^ edizione della Mostra del cinema di Venezia (in programma dal 2 al 12 settembre), l'emergenza Coronovirus sia rientrata e la vita tornata alla normalità. Intanto, sognando quel Lido pieno di star e di fantasie, La Biennale di Venezia aderisce alla campagna #IoRestoaCasa, promossa dal Ministero per i beni e le attività culturali e per il turismo (Mibact), affinché la cultura, in questi giorni difficili, arrivi sempre più nelle case, e nel sito web ufficiale www.labiennale.org e nei suoi social (Facebook, Twitter, Instagram), diffonde, pillole della Mostra del Cinema prese dal suo archivio storico.

Qui la magica atmosfera del Lido con alcune immagini dal 1956, con la Lollo, Silvia Koscina, Elsa Martinelli, Alberto Sordi, Maria Callas, Igor Stravinsky…

I cortometraggi del Festival di Pesaro

La Mostra Internazionale del nuovo Cinema di Pesaro aderisce alla campagna #IoRestoaCasa mettendo a disposizione in streaming gratuito i film della sezione Corti in Mostra della scorsa edizione del festival dedicata al cinema d'animazione d'autore italiano.

Gli organizzatori scrivono: «Ci sembra un buon modo per tenere viva la fiammella della cultura cinematografica anche pensando alle opere che, per ragioni distributive mai risolte, rimangono le più invisibili».
Tra i primi titoli ci sono Bliss di Laura Arcangeli, The darker light di Andrea Bonetti, Le nozze di Pollicino di Beatrice Pucci.

I film sono disponibili per la visione in una playlist del canale Youtube della Mostra internazionale del nuovo cinema: www.youtube.com/playlist?list=PLvzmVSieJkPjqNpDNbU...

I film di Rai Play

Ancor prima che scoppiasse il caos da Covid-19, i contenuti di RaiPlay erano gratuiti e lo sono tuttora. È sufficiente registrarsi.

Per i cinefili, la sezione Film (www.raiplay.it/film/index.html) offre diversi titoli d'autore, da Il capitale umano di Paolo Virzì a Le idi di marzo di George Clooney, da Gloria di Sebastián Lelio a Un giorno devi andare di Giorgio Diritti fino al meraviglioso cinecomic nostrano Lo chiamavano Jeeg Robot di Gabriele Mainetti.
Voglia di sorridere un po'? Ecco le commedie La felicità è un sistema complesso di Gianni Zanasi, Molière in bicicletta con il meraviglioso Fabrice Luchini, Don Jon con Joseph Gordon-Levitt e Scarlett Johansson.
Per gli amanti del western: da Il primo ribelle (1939) con John Wayne alla commedia western italica Un genio, due compari, un pollo (1975) con Terence Hill.

Ti potrebbe piacere anche

I più letti