Alessia Marcuzzi: strappo con Mediaset, ecco perché lascia l'azienda
Ufficio Stampa Mediaset
Alessia Marcuzzi: strappo con Mediaset, ecco perché lascia l'azienda
Televisione

Alessia Marcuzzi: strappo con Mediaset, ecco perché lascia l'azienda

Dopo 25 anni, la conduttrice ha annunciato l'addio alle reti del gruppo dov'è nata e cresciuta professionalmente. «Ho deciso di prendermi un momento per me, perché non riesco più ad immaginarmi nei programmi che mi venivano proposti»

Quando nelle scorse settimane è trapelata la notizia di uno stallo nel rinnovo del contratto di Alessia Marcuzzi, tra gli addetti ai lavori tutti davano per scontato che Mediaset avrebbe trovato un accordo con lei, nonostante qualche incomprensione avvenuta negli ultimi tempi. Invece, a sorpresa, la conduttrice ha preso in mano il suo smartphone e ha vergato di suo pugno un messaggio in cui ha annunciato l'addio all'azienda dopo venticinque anni di carriera e una lunga sfilza di successi. Ecco perché ha lasciato e cosa c'è nel suo futuro.

Perché Alessia Marcuzzi ha detto addio a Mediaset

«Ho deciso di prendermi un momento per me, perché non riesco più ad immaginarmi nei programmi che mi venivano proposti. È per questo motivo - non vi nascondo con grandissima sofferenza - che ho deciso di comunicare all'Editore e all'Azienda di voler andare via, salutandoli con stima ed affetto e ringraziandoli per aver creduto in me in questi anni». Insomma, Alessia Marcuzzi ha scelto parole chiare e nette per motivare il suo addio a Mediaset, con cui aveva costruito un rapporto solidissimo. Le cose si sono incrinate negli ultimi tempi e un segnale di insofferenza era stata la notizia - lanciata da Dagospia lo scorso aprile - del rifiuto di condurre la nuova edizione di Scherzi a parte (poi affidato a Enrico Papi). Secondo quanto risulta a Panorama.it, di recente alla Marcuzzi sarebbe poi stata offerta la conduzione di Scene da un matrimonio, il remake del celebre people show che dovrebbe andare in onda la domenica pomeriggio a partire dalla prossima stagione e a quel punto la conduttrice avrebbe scritto ai più alti dirigenti Mediaset una mail per manifestare la sua insofferenza. «Credo che questa pandemia, oltre a tutto il male che ha portato, abbia dato a molti di noi la possibilità di guardarci dentro, per capire davvero chi siamo e cosa vogliamo diventare. Io lo sto facendo, e spero di non deludere me stessa e quello che sono», conclude la Marcuzzi nel suo messaggio social.



Il futuro della Marcuzzi in tv

La domanda che ora si fanno in molti è: che cosa farà adesso in tv Alessia Marcuzzi? Nei suoi venticinque anni di carriera ha fatto un po' di tutto - «Colpo di fulmine, Fuego, Festivalbar, Mai dire gol, Le iene, Grande Fratello, Isola dei famosi, Temptation Island», ricorda lei stessa su Instagram - e certamente non è una di quelle conduttrici che ha paura di sperimentare nuovi linguaggi. Il suo addio a Mediaset arriva pochi giorno dopo la presentazione dei nuovi palinsesti Rai e Discovery, dunque i giochi lì sono già fatti, ma sempre di più le nuove piattaforme puntano su volti ultra pop e il caso di Netflix che scommetterà su Alessandro Cattelan ne è un esempio. In campo per ora ci sono tutte le ipotesi, da Amazon Prime Video a Sky, ma il futuro professionale della Marcuzzi è tutto da scrivere.

Ti potrebbe piacere anche

I più letti