Foo Fighters: 5 cose da sapere sul box "Sonic Highways"
Getty Images
Foo Fighters: 5 cose da sapere sul box "Sonic Highways"
Musica

Foo Fighters: 5 cose da sapere sul box "Sonic Highways"

La band di Dave Grohl sarà in concerto il 13 novembre a Bologna e il 14 a Torino

Il cofanetto è un caloroso omaggio al rock americano

Il rock, che ha avuto il suo apice tra gli anni Sessanta e Settanta, è dato per morto da almeno trent’anni, ma è riuscito sempre a sopravvivere mutando pelle come un camaleonte. Gli album di molti dei gruppi più in voga del momento non sono altro che raccolte di singoli più o meno riusciti, certamente accattivanti e ben prodotti, ma che non hanno dietro una visione o un progetto come l’avevano, ad esempio, i dischi dei Pink Floyd, ognuno dei quali era un vero e proprio "talking book". Per fortuna ci pensano i Foo Fighters di Dave Grohl a portare alte le insegne del rock, grazie a un progetto del calibro di Sonic Highways. Un disco, e al tempo stesso un documentario, che si snoda attraverso otto canzoni, ognuna delle quali è una tappa  di un viaggio nella musica americana.

Vediamo le 5 cose da sapere su questo progetto così ambizioso e riuscito, raccolto in un imperdibile cofanetto in 4 dvd o 3Blu-Ray.

1) Le città

Austin, Chicago, Los Angeles, Nashville, New Orleans, New York, Seattle e Washington non sono state solo fonte di ispirazione per il gruppo guidato da Dave Grohl, ma hanno rappresentato i luoghi dove ogni canzone è stata incisa, attingendo alla scena musicale locale e avvalendosi della partecipazione di artisti del luogo.

2) Il contenuto e le interviste

La docu-serie, diretta dal frontman Dave Grohl e andata in onda sul canale HBO in America e su Sky Arte in Italia, contiene esclusivi filmati registrati nel corso di ciascuno degli otto episodi, oltre alla versione inedita delle interviste con il Presidente degli Stati Uniti Barack Obama, Dan Auerbach dei Black Keys, Chuck D dei Public Enemy, Billy Gibbons degli ZZ Top, Gibby Haynes dei Butthole Surfers, Joan Jett, Ian Mackaye dei Fugazi e dei Minor Threat, Dolly Parton, Carrie Underwood e Joe Walsh.

3) Premi

Sonic highways, definita da Grohl "una dichiarazione d’amore alla storia della musica americana", ha da poco ricevuto due importanti riconoscimenti: un Cinema Audio Society Award nella categoria Outstanding Achievement in Sound Mixing for Television Non Fiction, Variety or Music – Series or Specials per l’episodio di Los Angeles e un Golden Reel Award della Motion Picture Sound Editors nella categoria Best Sound and Music Editing: Television Documentary, Long Form per l’episodio di Seattle.

4) La critica

“Diretto magistralmente e pieno di fatti curiosi che spaziano da un decennio all’altro” (ENTERTAINMENT WEEKLY)

“Eccellente... un viaggio che poteva essere fatto solo da una star che non ha mai perso il contatto con la realtà” (ROLLING STONE)

“L’intenso ma splendido viaggio di Dave Grohl... intimo e significativo... chiarisce appassionatamente che le radici della musica americana appartengono allo stesso grande albero”  (WASHINGTON POST)

“La cura e i dettagli profusi per ciascuna città di 'Sonic Highways' sono incredibilmente interessanti e potenti”  (VULTURE)

5) La curiosità

Grohl ha scritto le parole delle otto canzoni che compongono Sonic Highways soltanto l’ultimo giorno di ciascuna sessione, in modo da lasciarsi ispirare dalle esperienze, dalle interviste e dai personaggi, che sono così diventati un tutt’uno con il processo creativo.

Ti potrebbe piacere anche

I più letti