Prezzi a confronto: Esselunga batte Eataly 215 euro a 283

È il risultato di un sondaggio pubblicato sul numero di Panorama in edicola dal 28 maggio su 30 prodotti acquistati tra loro identici per marca e confezione

ESSELUNGA

Un superstore Esselunga – Credits: Imagoeconomica

Redazione

-

Esselunga batte Eataly 215 euro contro 283. È questo il risultato di un sondaggio condotto sul campo da Panorama, che al tema dedica un dettagliato articolo sul numero in edicola da giovedì 28 maggio.
Il settimanale ha messo a confronto 30 prodotti, identici per marca e confezione, acquistati a Milano il 15 maggio presso l’Esselunga del Samsung district e contemporaneamente presso il negozio di Eataly che sorge a 300 metri di distanza.

Sono stati acquistati prodotti da scaffale identici per produttore, confezionamento e caratteristiche. Alcuni esempi: una scatola da 500 grammi di riso basmati Altromercato da Eataly costa 3,70 euro, contro i 2,90 di Esselunga (il 28% in più); una bottiglia di Dolcetto d’Alba prodotto dalla Prunotto da Eataly costa 9,90 euro contro i 7,29 di Esselunga (il 36% in più); una bottiglia di Fernet Branca da Eataly costa 15,80 euro contro i 10,99 di Esselunga (il 44% in più); una scatola di biscotti Offelle di Parona da Eataly costa 2,45 euro contro 2,19 di Esselunga (il 12% in più).

Panorama ha confrontato anche dieci prodotti freschi, e in questo caso le differenze di prezzo sono anche più elevate. Un chilo di mele golden del Trentino da Eataly costa 3,40 euro contro 1,68 di Esselunga (+102%); un’orata pescata nel Mediterraneo, e di grandi dimensioni, costa 55 euro al chilo da Eataly contro i 33,90 di Esselunga (+62%); una bistecca di suino italiano costa 10,60 euro da Eataly contro 5,59 euro da Esselunga (il 90% in più).

© Riproduzione Riservata

Commenti