Economia

Risparmiare: come per spendere meno ogni giorno

Con qualche trucchetto e un po' di buona volontà nel giro di un anno ci si trova ad aver accumulato un tesoretto da centinaia di euro

Denaro contanti

Barbara Massaro

-

Risparmiare denaro è più facile a farsi che a dirsi. Se guardando il proprio conto corrente e le spese mensili si è assaliti da un senso di sconforto e panico è tempo di fare qualcosa per migliorare il controllo delle proprie voci di uscita economica.

Come risparmiare senza fatica

Secondo esperti del settore e consulenti finanziari basta modificare le più banali abitudini quotidiane per arrivare a risparmiare fino a 500 euro al mese perché, senza accorgersi, ognuno di noi spreca quelli che possono sembrare pochi spicci ogni giorno ma che, moltiplicati per 365 giorni l'anno, si traducono in un tesoretto.

L'esempio più lampante è quello del caffè al bar. Per pochi che siano i caffè che un italiano medio consuma ogni giorno fuori di casa sono per lo meno due dal costo di 1,20 euro l'uno che fanno 2,40 euro al giorno che moltiplicato per 7 giorni la settimana fa 16,80 euro che al mese sono 67,20 euro che in un anno fanno 806,40 euro spesi in caffè. E con 800 euro in più sul conto corrente ci si paga una rata di mutuo o, i più fortunati, possono concedersi una piccola vacanza. 

L'esempio del caffè è quello che viene fatto dagli analisti per mostrare quanto sia facile buttare via soldi senza rendersene conto e quanto il risparmio di ogni singolo centesimo, su ampia scala, possa fare la differenza nei bilanci della famiglia. 

Millennials dalle mani bucate

Tra le fasce di età coloro che spendono di più sono i giovani tra i 23 e i 37 anniÈ, infatti, emerso da un recente rapporto di Bank of AmericaBetter Money Habits Millennial Report - che il 73% dei millennial spende troppo in cose superflue e non ha la minima idea di come risparmiare denaro.

Gli esperti di Business insider, per andare incontro alle esigenze dei ragazzi dalle mani bucate, hanno stilato un vademecum di semplici trucchetti per far sì che il porcellino dei risparmi si gonfi e la carta di credito non si assottigli.

La regola della 48 ore

Da quanto emerso - soprattutto  i ragazzi - spendono troppo in shopping online: semplice, comodo e a portata di clic.

Il consiglio è quello della regola delle 48 ore.

Quando si mette nel carrello qualsiasi prodotto via web è bene aspettare 48 ore prima di concludere l'acquisto in maniera tale da evitare l'impulso compulsivo allo shopping e avere tempo di riflettere sulla reale necessità di questo o quel prodotto. Sempre in tema di shopping online gli esperti consigliano di cancellare dai siti di e-commerce i dati della propria carta di credito per evitare che il clic su "paga ora" sia ancora più comodo.

I costi della mobilità urbana

Nella vita di tutti i giorni, invece, una delle voci di spesa quotidiana più influente, specie nelle grandi città, è quella relativa alla mobilità: biglietti dei mezzi pubblici o benzina incidono sul budget mensile nella misura del 25%.

In questo caso vale il concetto di piramide di spesa. L'automobile conviene solo se si divide la spesa della benzina con amici o colleghi che percorrono lo stesso tragitto quotidiano, altrimenti è più conveniente utilizzare i mezzi pubblici e preferire gli abbonamenti mensili (meglio ancora, annuali) ai biglietti quotidiani. Ancora più conveniente è muoversi, ove e quando possibile, a piedi: si risparmiano i soldi della macchina e anche quelli della palestra visto che l'attività fisica è garantita dalla camminata.

I pasti fuori casa

Altra voce di spesa spesso sottovalutata è quella relativa ai pranzi fuori casa. Fossero anche 10 euro per bibita e panino si tratta di 50 euro a settimana (sui cinque giorni lavorativi) che fanno 200 euro al mese che sono 2.400 euro l'anno: soldi, tanti soldi che invece di finire sui conti di questo o quel bar restano nel salvadanaio.

Meglio, quindi, organizzarsi con menù fai da te che ci si porta da casa ottimizzando la spesa e curando anche la salute visto che il cibo casalingo è sicuramente più sano e variato di quello consumato ogni giorno al solito bar.

Un altro esempio di acquisto superfluo è quello delle bevande alcoliche che si consumano quando di esce.

Finder.com ha condotto recentemente uno studio in base a cui il 64% degli uomini adulti beve almeno una bevanda alcolica alla settimana, mentre la percentuale relativa alle donne adulte è del 52%. Anche in questo caso i 20 euro di alcol spesi in una serata tra amici possono rimanere nel portafogli se si consuma acqua al posto della birra con benefici sia per la salute sia per il conto corrente.

Il valore del porcellino

Anche il valore degli spicci non viene quasi mai considerato.

Ognuno di noi, infatti, accumula ogni giorno una buona quantità di moneta in tasca o sul fondo della borsa. Se quella moneta a sera venisse riposta da tutta la famiglia in un salvadanaio comune è stato provato che nel giro di 12 mesi si avrebbero le ferie pagate.

Chi non dovesse accontentarsi o ritenere sufficiente questo tipo di risparmio potrà anche affidarsi a una delle numerose app di pianificazione finanziaria che offrono un modo per risparmiare soldi monitorando le spese e avvisando l'utente delle aree problematiche delle uscite diarie.

Tagliare le spese superflue si può

Andando ancora più a fondo un altro consiglio è quello di munirsi di tanta pazienza e confrontare gli estratti conto mensili della banca vagliando tutte le spese voce per voce con lo scopo di isolare e identificare quelle inutili e quindi modificare le proprie abitudini. 


A conti fatti utilizzando questi piccoli trucchi gli esperti hanno considerato che si va a risparmiare fino a 500 euro ogni mese che in un anno sono 6.000 euro, una cifra di tutto rispetto che fa comodo tenere da parte a ogni famiglia.

© Riproduzione Riservata

Leggi anche

Risparmio: cresce la ricchezza degli italiani

E' aumentata dell'1% dopo tre anni di costante e progressiva riduzione

Risparmio e spese; l'influenza della politica sulla nostra vita | sondaggio

Cresce la consapevolezza del rapporto causa effetto tra situazione politica e risvolti economici. Lo dice un sondaggio di Eumetra

Risparmio, vatti a fidare delle banche!

Un giornalista di Panorama si è finto cliente interessato a investire 50 mila euro. Il risultato? Molte proposte di prodotti cari e complicati

Cir, cosa sono i conti individuali di risparmio

I nuovi strumenti finanziari con cui il governo vuole incentivare le famiglie a comprare i titoli di stato

Commenti