Dieci miliardari 2015 nati poveri secondo Forbes
iStock
Dieci miliardari 2015 nati poveri secondo Forbes
Economia

Dieci miliardari 2015 nati poveri secondo Forbes

Ecco chi sono i super ricchi che sono passati dalle stalle alle stelle

Dietro le quinte

Fra i 1826 super ricchi identificati dall’edizione 2015 della classifica redatta da Forbes, ci sono anche loro: i miliardari nati poveri, persone arrivate a un traguardo inimmaginabile, soprattutto guardando alla realtà dalla prospettiva della loro infanzia. Ecco i primi dieci.

1) Li Ka-shing - patrimonio: 33,3 miliardi di dollari

Li Ka-shing ha lasciato la scuola a 12 anni per contribuire al mantenimento della famiglia, dopo che il padre era morto di tubercolosi. Li ha cominciato a vendere giocattoli di plastica a Hong Kong negli anni Cinquanta e poi ha riconvertito la sua fabbrica per fare fiori di plastica. Oggi, i suoi interessi spaziano dall’immobiliare ai negozi, dai porti alla tecnologia. Dà lavoro a 270mila persone in 52 Paesi.

2) Sheldon Adelson - patrimonio: 31,4 miliardi di dollari

Figlio di un tassista, dormiva sul pavimento di una comune, perché la famiglia era troppo povera per avere una casa propria. All’età di 12 anni, grazie a un prestito dello zio, ha comprato una rivendita di giornali. Nel corso degli anni, ha costruito una fortuna con distributori automatici, concessionarie di pubblicità, sviluppo immobiliare e fiere. Oggi tiene le redini di Las Vegas Sands Corp., la più grande catena di casinò del mondo.

3) Leonardo Del Vecchio - patrimonio: 20,4 miliardi di dollari

E’ entrato in orfanotrofio all’età di sette anni, dopo che sua madre, rimasta vedova, non riusciva più a mantenerlo. E’ stato così che che, a 14 anni, ha cominciato il suo apprendistato in una fabbrica di occhiali, dieci anni più tardi ha fondato Luxottica che oggi produce occhiali per marchi come Burberry, Bulgari, Chanel, Armani, Prada e Versace e ha acquisito un’icona come Ray-Ban.

4) Roman Abramovich - patrimonio: 9,1 miliardi di dollari

Orfano dei genitori all’età di quattro anni, è stato cresciuto da parenti. Dopo aver abbandonato l’università, ha lavorato nell’esercito e poi ha cominciato a vendere giocattoli di plastica dal suo appartamento. Ha siglato una serie di accordi fortunati sul petrolio all’inizio del 1990 e, nel 1995 in partnership con Boris Berezovsky, ha acquistato il gigante petrolifero Sibneft per una frazione del suo valore di mercato.

5) Jan Koum - patrimonio: 6,6 miliardi di dollari

Il fondatore di WhatsApp è arrivato negli Stati Uniti dall’Ucraina a 16 anni con la madre. Insieme, facevano le pulizie nei supermercati per poter pagare le bollette e hanno vissuto del sussidio della madre, quando si è ammalata di cancro. Dopo un’esperienza in Yahoo, dove lavorava come ingegnere alle infrastrutture, Koum ha fondato il sistema di messaggistica mobile acquisito da Facebook nel 2014 per 19 miliardi di dollari.

6) Micky Jagtiani - patrimonio: 5,2 miliardi di dollari

Ha abbandonato le lezioni di ragioneria per pulire le stanze degli hotel e guidare un taxi a Londra, prima di tornare in Bahrein, dove si è occupato del negozio di famiglia specializzato in prodotti per bambini. Dopo la scomparsa di fratello, padre e madre, avvenuta in brevissimo tempo, si è trovato a capo dell’impresa. Oggi, Landmark Group conta 1.900 punti vendita in Africa, India e Medio Oriente.

7) David Murdock - patrimonio: 3,1 miliardi di dollari

Dislessico, ha lasciato le scuole superiori per lavorare a una pompa di benzina, prima di entrare nell’esercito nel 1943. Reduce della Seconda Guerra Mondiale, ha preso a prestito 1.800 dollari per aprire una tavola calda, successivamente è diventato presidente di Dole Food, uno fra i più grandi produttori di frutta e verdura del mondo.

8) Oprah Winfrey - patrimonio: 3 miliardi di dollari

Figlia di una madre adolescente, è stata cresciuta dalla nonna in una fattoria del Mississippi. Volto della tv di Chicago, ha portato un programma semi-sconosciuto al primo posto fra i talk show. Oggi, il suo impero dell’intrattenimento spazia dalla tv all’editoria a Hollywood.

9) John Paul Deloria - patrimonio: 2,8 miliardi di dollari

Prima di diventare miliardario, John Paul DeJoria, co-fondatore della linea di prodotti per capelli Paul Mitchell non aveva una casa e dormiva nella sua auto a Los Angeles. Veterano della marina, ha venduto shampoo a porta a porta e, grazie a risparmi, è riuscito a trasformare John Paul Mitchell System in un impero che abbraccia, oltre ai prodotti per capelli, alcolici e telefonia mobile.

10) Christos Lazari - patrimonio: 2,1 miliardi di dollari

A sedici anni ha lasciato il villaggio di Cipro in cui è nato per trasferirsi a Londra. In tasca, aveva solo 16 sterline. Ha lavorato come lavapiatti e cameriere. Ha risparmiato a sufficienza per iscriversi a un corso di moda e nel 1978 ha cominciato a investire nell’immobiliare. Oggi possiede migliaia di metri quadrati di proprietà immobiliari a Londra.

Ti potrebbe piacere anche

I più letti