Libri

Qualche libro per ridere

Il Triste Mietitore, Arianna Porcelli Safonov, Sio e Christopher Moore: ecco cosa leggere per riuscire a guardare la realtà con un po' più di umorismo

evviva-che-bello-raccolta-2017-sio-shockdom-apertura

Andrea Bressa

-

C’è sempre bisogno di una risata per alleggerire le routine e le difficoltà quotidiane. Sembra banale, ma spesso una battuta fatta o sentita al momento giusto è in grado di dare sollievo o addirittura risolvere giornate completamente storte.

Ecco dunque una lista di libri che possono aiutare in questo senso. Racconti, romanzi, fumetti e bizzarre analisi sociali, capaci di farci strappare delle risate e di prenderci un po' meno sul serio.

La-morte-e-il-gatto-il-triste-mietitore-imprimatur

Copertina de 'La morte e il gatto', di Il Triste Mietitore – Credits: Imprimatur

La morte e il gatto. Il mio punto di vista è sei piedi sotto terra, de Il Triste Mietitore

Il Triste Mietitore è un profilo Twitter creato nel 2011 dal genovese Alessandro Balsamo (ci sono anche una pagina Facebook e un blog). Il suo scopo è proporre delle ironiche, grottesche e talvolta caustiche visioni della realtà sotto forma di brevi post molto divertenti. Quest'opera è il suo esordio letterario, nel quale racconta la storia di un gatto chiamato Matisse. Adottato da Claudia (cassiera laureata in ingegneria informatica) e Roberto (pigro impiegato innamorato del divano), il felino sa di essere il vero padrone di casa. Ma il suo potere è minacciato dall'arrivo in famiglia di un piccolo umano. Matisse inizia così a frequentare il cimitero, dove fa amicizia nientemeno che con il Triste Mietitore, la Morte in persona. Ed è proprio in questo momento che il bimbo si ammala: coincidenza? Fra i due nascono dei dialoghi surreali sul senso della vita e sul mondo, mentre gli umani si danno da fare nella routine quotidiana. La storia è ricca di freddure, battute e situazioni da humour nero.

La morte e il gatto. Il mio punto di vista è sei piedi sotto terra
de Il Triste Mietitore
(Imprimatur)
160 pagine

Il-serpente-di-Venezia-Christopher-Moore-elliot

Copertina del libro 'Il serpente di Venezia', di Christopher Moore – Credits: Elliot Edizioni

Il serpente di Venezia, di Christopher Moore

Christopher Moore è abilissimo a prendere i lavori di mostri sacri come Shakespeare ed Edgar Allan Poe, mischiarli e dargli un sapore comico irresistibile. Ne Il serpente di Venezia ritroviamo Taschino, il matto di corte della regina di Inghilterra, già incontrato in un altro bel libro di Moore, ossia Fool (brillante parodia di Re Lear). Questi giunge a Venezia, ospite di tre uomini, il mercante Antonio, il senatore Brabanzio e il soldato Iago (in un miscuglio di Otello e Il mercante di Venezia), che lo invitano in una cantina a saggiare la bontà di una pregiata bottiglia di sherry Amontillado (ecco qui l'accenno a Poe, con il racconto Il barone di Amontillado). Ma l'incontro è una trappola per Taschino, che dovrà trovare il modo di sfuggire ai piani sinistri dei tre uomini. Le risate sono garantite.

Il serpente di Venezia
di Christopher Moore
(Elliot Edizioni)
336 pagine

storie-di-matti-safonov-fazi

Copertina di 'Storie di matti', di Arianna Porcelli Safonov – Credits: Fazi

Storie di matti, di Arianna Porcelli Safonov

Chi sono i matti raccontati da Arianna Porcelli Safonov? Sono quelli che si incontrano per strada, alle feste, al supermercato. Sono le persone agli apericena, sui social, nelle palestre. Siamo tutti matti, con le nostre manie, fisse, nevrosi e abitudini, che guardate dall'esterno assomigliano a un grande insieme di follie tanto irrazionali quanto comiche. L'autrice ne propone un ritratto in una raccolta di otto divertenti racconti dedicati ad altrettanti personaggi tipici della nostra società, apparentemente persone a modo, normali. L'obiettivo è quello di far riflettere il lettore sulle storture dei valori socialmente accettati, tornando con i piedi per terra dopo una salutare risata su se stessi.

Storie di matti
di Arianna Porcelli Safonov
(Fazi)
191 pagine

evviva-che-bello-raccolta-2017-sio-shockdom

Copertina di 'Evviva che bello!', di Sio – Credits: Shockdom

Evviva che bello! Raccolta 2017, di Sio

Simone Albrigi, alias Sio, è una celebrità nel panorama del fumetto comico nato sul web. In questo libro sono raccolte alcune delle sue più divertenti strisce realizzate nel corso del 2017 sui suoi canali online. Una collezione di oltre trecento piccole storielle ricche di un umorismo surreale e leggero, in grado di strappare risate dalla prima all'ultima pagina.

Evviva che bello! Raccolta 2017
di Sio
(Shockdom)
368 pagine

© Riproduzione Riservata

Leggi anche

Libri novità: i titoli più belli dedicati alla musica

I Radiohead e la trasformazione del rock, la storia dei videoclip, i testi di Claudio Lolli: ecco i nostri consigli di lettura

5 libri per ricordare Fantozzi

Dal genio comico di Paolo Villaggio nacque in forma di romanzo il ragioniere più famoso d’Italia. Il grande successo nel 1975, con il film di Luciano Salce

5 libri per combattere la noia

Mancanza di stimoli, insoddisfazione, monotonia: chiunque prima o poi deve farne i conti. Ecco qualche lettura per affrontare il tedio

Commenti