Il libro rilegato in pelle umana
Houghton Library
Il libro rilegato in pelle umana
Cultura

Il libro rilegato in pelle umana

Le indagini di Harvard l’hanno confermato: la copertina del volume è realizzata con l’epidermide di una donna

Ricordate Fantozzi e la sua (agognata) poltrona di pelle umana? Se non ci si è ancora spinti a tanto, nella biblioteca di Harvard ci si è arrivati molto vicino. È stato infatti appurato recentemente che il volume di Arsène Houssaye, Des destinées de l’ame, custodito nella Houghton Library dell’ateneo, è rilegato con un brandello di schiena di donna. La poverina in questione pare essere stata la paziente di un manicomio, deceduta improvvisamente per un ictus.

Dopo analisi approfondite a cura del team di scienziati dell’università americana, è stata confermata al 99,9% l’ipotesi che la copertina sia ricavata da un tessuto epiteliale appartenuto a una persona in carne ed ossa.

Questo saggio scritto nella metà dell’Ottocento dall’autore francese contiene riflessioni sulla natura dell’anima e sulla vita dopo la morte; inizialmente la sua copertina non differiva da quelle degli altri libri. Ma a dotare il volume di una rilegatura unica nel suo genere ci ha pensato successivamente l’amico dell’autore, il dottore e bibliofilo Ludovic Bouland, che lo ricevette in dono da Houssaye intorno alla fine XIX secolo. Sul dorso piuttosto inquietante del libro si possono osservare ancora distintamente i pori della pelle.

Come annota lo stesso Bouland all’interno de Sui destini dell’anima: “Un libro sull’anima umana merita giustamente che gli si dia un rivestimento umano: avevo già tenuto da parte per lui un pezzo di pelle umana preso dalla schiena di una donna”. Il suo ragionamento, in effetti, non fa una piega.

Ti potrebbe piacere anche

I più letti