Musica

Chuck Berry: l'album-testamento dopo 38 anni di silenzio

Il disco è stato completato dal mito del rock and roll poco prima di morire, Tra gli ospiti, Tom Morello alla chitarra

L'ultimo album in studio (Rock itlo aveva inciso nel 1979. Poi, solo concerti ed apparizioni sul palco. Prima di andarsene, il buon vecchio Chuck aveva annunciato, nell'ottobre del 2016, un nuovo album realizzato mettendo insieme brani composti tra il 1991 e il 2014. 

Adesso che lui non c'è più, questo disco assume il valore di un testamento, il testamento di un uomo che ha lasciato un segno inedelebile nella storia della musica

Chuck Berry è un album che trasuda blues (vedi la conclusiva Eyes of a man) e rock and roll, soprattutto in Big Boys che si avvale del contributo di Tom Morello, uno dei chitarristi più ispirati e geniali degli ultimi vent'anni

Lady B Goode (dedicata alla moglie Themetta) è dichiaratamente il sequel della leggendaria Johnny B Goode e, infatti, fin dall'attacco, richiama le atmosfere di quel classico senza tempo. Jamaica Moon è invece una sorta di riscrittura della celebre Havana Moon.  

Leggi: la vera storia di Johnny B Goode

Ascoltare questo album significa celebrare il rock and roll, e gli storici riff di chitarra di uno dei suoi massimi esponenti di sempre.

Perché, come diceva John Lennon: "Se vuoi provare a dare un altro nome al rock and roll, puoi chiamarlo Chuck Berry". 

MICHAEL KAPPELER/AFP/Getty Images
Chuck Berry, 1926-2017
Ti potrebbe piacere anche

I più letti