Musica

Bruce Pavitt, "In viaggio coi Nirvana"

Un diario fotografico e al tempo stesso una microstoria del grunge. Un’analisi intima del cruciale periodo di otto giorni nella vita dei Nirvana e di Kurt Cobain, insieme ad altre due band di Seattle

Le immagini tratte dal libro di Bruce Pavitt, In viaggio coi Nirvana (Arcana).

I drammatici otto giorni "romani" coperti da questo libro, dal 27 novembre al 4 dicembre 1989, rappresentano un punto di svolta per il gruppo e per Kurt Cobain: in questo breve periodo, la giovane band passò dalle idee di scioglimento, a Roma, al guadagnarsi la stima dell’influente stampa musicale di Londra attraverso lo showcase LameFest UK della Sub Pop, preparando il terreno per la loro imminente popolarità.

In viaggio con i Nirvana è insieme un diario fotografico e una storia del grunge. Bruce Pavitt, il fondatore della Sub Pop – etichetta di Seattle che per prima offrì un contratto ai Nirvana, nel 1988 – ricorda con parole e immagini il tour europeo di tre gruppi chiave del rock anni Novanta: Tad, Mudhoney e, appunto, Nirvana. Nel novembre del 1989, Pavitt e il suo socio Jon Poneman volarono a Roma per ricongiungersi con le band della loro etichetta, in Europa già da alcune settimane.

Leggi anche: 

Kurt Cobain, vent'anni senza: i drammatici giorni a Roma nel 1994
Dal libro Cobain. Più pesante del cielo, lo sconvolgente racconto dei giorni romani

Bruce Pavitt, dal libro In viaggio coi Nirvana, Arcana

Ti potrebbe piacere anche

I più letti