Monaco gourmet: i migliori indirizzi dove mangiare
Monaco gourmet: i migliori indirizzi dove mangiare
Viaggi

Monaco gourmet: i migliori indirizzi dove mangiare

Il Principato non è solo la meta classica del jet-set ma anche un'interessante destinazione per gli amanti della buona tavola, occasione perfetta anche per un'occasione speciale

Se quest'estate non possiamo prenderci tutti i piaceri del viaggio puntando liberamente il dito sul mappamondo, possiamo però concederci altre valide compensazioni come quelle legate alla buona tavola. Possiamo anche concederci gite fuoriporta valicando i confini nazionali e tra queste Monaco può offrire qualcosa in più: il vantaggio di una meta vicina, dal blasone chic, ma anche sorprendentemente ricca e accessibile anche solo per qualche occasione speciale.

Il Principato, che tra l'altro ha saputo gestire egregiamente l'emergenza Covid, mette infatti a disposizione del viaggatore attento una rassegna di posti perfetti per chi vuole coniugare gusto, benessere ed esclusività. Un itinerario ideale alla scoperta della proposta gastronomica monegasca può partire dal ristorante La Marée, all'ultimo piano dell'Hotel Port Palace per un pranzo con vista sul Mediterraneo tra piatti e pietanze che rievocano i sapori e i profumi di questa terra.

Si possono sfruttare anche le numerose terrazze che caratterizzano lo scenario del Principato. A pranzo baciati dal sole la tappa ideale è quella del Café de Paris Monte-Carlo, da 150 anni un luogo perfetto anche per un pasto informale seguendo le proposte che coniugano lo spirito brasserie con prodotti di gran qualità firmati dallo chef Franck Lafon.

Se puntate invece agli aperitivi con quel tocco di stile che solo Monaco può offrire, la scelta è quanto mai ricca e puntellata di luoghi di grande fascino. Nel nuovissimo quartiere One Monte-Carlo, che si estende tra l'Hotel Hermitage e Place du Casino, bisogna fare una sosta al Mada One. Dalle 17.30 alle 10 qui si celebra una vera e propria apero-terapia come è stata battezzata dallo chef di origini caraibiche Marcel Ravin. Serviti su vassoi in stile business class si possono assaporare tante gustose creazioni di snack food, volendo anche take-away.

Snack chic al Mada One - montecarlosbm.com

Sempre lo chef Ravin propone un aperitivo a chilometro zero al Blue Bay del Monte-Carlo Bay Hotel & Resorts, gli ingredienti infatti provengono dall'orto dell'Hotel, accudito dalla start up Terre de Monaco. Questa giovane azienda si occupa di promuovere e diffondere l'agricoltura urbana sui tetti, i terrazzi e nelle zone limitrofe degli edifici del Principato.

Se al cibo volete unire anche un'atmosfera musicale il posto giusto è il Bar Américain nel centralissimo Palace du Casino. Un luogo famoso ma sempre discreto, immerso in un'atmosfera anni '20 non solo negli arredi ma anche nel sottofondo musicale jazz che accompagna gli astanti. Qui bisognerebbe provare il cocktail Pira Villosum, un nettare a base di pera, cardamomo e rum, niente affatto banale.

Per la cena, un'opzione golosa ed esotica è il ristorante Yoshi, con i suoi piatti stellati d'ispirazione giapponese tutti da gustare in un'atmosfera calda e accogliente, ideata dall'architetto Didier Gomez. In alternativa, il ristorante Elsa (1 stella michelin), sotto il cappello dello chef Benoit Witz, offrirà ai suoi ospiti un menù composto esclusivamente da prodotti locali biologici.

Se cercate invece la cena con la vista perfetta l'indirizzo è quello della terrazza panoramica del ristorante stellato Le Grill, all'ultimo piano dell'Hôtel de Paris Monte-Carlo, dove il colpo d'occhio si perde abbracciando tutta la costa del Principato fino ai confini italiani. Tra il mare e la pineta, in mezzo a un'atmosfera fusion d'ispirazione balinese potete chiudere in bellezza anche cenando al Vigie Lounge & Restaurant allungando il piacere del relax fino a tarda notte con raffinati dj-set.

Ti potrebbe piacere anche

I più letti