Calcio

Cavani al Napoli? Storia di una trattativa (forse) impossibile

La voce di un possibile ritorno del Matador manda in delirio i tifosi. Ma le possibilità sono davvero minime

Gonzalo Higuain appartiene ormai al passato. Mauro Icardi rischia di restare solo un sogno, ma il popolo dei tifosi del Napoli si sta consumando nella prospettiva affascinante di un ritorno sotto il Vesuvio. Una trattativa impossibile per mille motivi, ma che solo a pensarla ha restituito speranza ed entusiasmo a tutti i delusi dal Pipita. Edinson Cavani di nuovo al Napoli. Tre anni dopo l'addio con direzione Parigi.

Nulla più di una suggestione, però è bastato che la voce circolasse in città e sul web perché la passione tornasse ad accendersi. Cavani, che negli ultimi mesi è stato un obiettivo concreto della Juventus prima che Marotta puntasse tutte le sue fiches su Higuain, è oggi il punto di riferimento offensivo del Psg di Emery ed è quasi impossibile che lasci la Francia. Anche perché ha uno stipendio inavvicinabile per la serie A e per De Laurentiis col quale si è anche lasciato male nel 2013.

Insomma, nulla più di un sogno. Almeno per il momento. Eppure il ricordo dei suoi 104 gol in tre sole stagioni è così vivo da aver incendiato l'animo dei napoletani. Il Matador, che in occasione della festa per i 90 anni del club ha mandato un messaggio video ricevendo applausi dopo i fischi degli anni scorsi, ha lasciato un ricordo indelebile ed è stato protagonista del primo grande Napoli dell'era De Laurentiis.

Per strapparlo al Psg servirebbe un'offerta monstre, che gli sceicchi non avrebbero nemmeno l'obbligo di ascoltare visto che non hanno problemi di soldi. ADL dovrebbe ricucire il rapporto, logorato anche da qualche punzecchiatura post-cessione, e Cavani dovrebbe rinunciare a una parte dei soldi garantiti dal contratto con i francesi. Dovrebbe diventare un'incredibile storia d'amore, impensabile nel calcio moderno.

Però il football è passione e allora può accadere anche un'intera città coltivi il sogno. C'è tempo sino a fine agosto per dargli forma. O semplicemente per mandarlo in archivio senza farsi del male.

© Riproduzione Riservata

Leggi anche

Commenti