Un'esibizione spettacolare quella di Renzo Rubino all'Auditorium La Vallisa di Bari. Sono le 20,15 quando risuonano le note di Futura, brano indimenticabile di Lucio Dalla con cui il cantautore pugliese ha dato il via alla sua performance per Panorama d'Italia.

Musica e parole

"Sono stato a un passo dal conoscere e incontrare Lucio nella sua Bologna. Chiunque faccia il mio mestiere sa di dovergli qualcosa. Iskra, la vocalist che per anni ha lavorato con lui, ci aveva messo in contatto. Lucio doveva venire a vedere un mio show. Purtroppo, qualche giorno prima se n'è andato" racconta Renzo. "Allora, mi sono messo al pianoforte, dove da sempre c'è il suo leggendario 33 giri intitolato semplicemente Dalla, e ho iniziato a scrivere un pezzo immaginando di averlo al mio fianco durante la composizione. Così è nata Cosa direbbe Lucio".

Un brano molto ispirato ed intenso che Rubino regala al pubblico di Panorama d'Italia, una delle molte canzoni di una performance ricca e di grande impatto.

"Io la gavetta l'ho fatta nei night club, dove si suona di tutto. Per ogni ragazza che si spogliava c'era un brano ad hoc, anzi più brani ad hoc. Uno per quando entrava, uno per quando si sfilava il reggiseno ed uno per il gran finale quando rimaneva completamente nuda. Suonavo 365 sere l'anno. Dopo un tirocinio così non c'è più nulla di cui aver paura" spiega.

L'ultimo album

"Il gelato dopo il mare" è il titolo dell'ultimo album di Rubino, che in copertina ha un'immagine del nonno del cantautore intento a gustarsi un enorme cono. "Il gelato dopo la spiaggia è simbolo di una vita senza frenesia, un momento di puro godimento che richiama il piacere di prendersi il tempo per un grande piacere. In copertina ho voluto mio nonno, un ex professore delle scuole Medie di Martina Franca, in Puglia. Un omaggio a un uomo eccezionale che a ottant'anni e con quattro by pass gira per il paese parlando con tutti e tentando di sedurre le belle signore. Adesso ha un'arma in più, il cd con il suo volto in copertina. Ne ha comprate non so quante copie per regalarle alle donne che incontra durante lo struscio. Straordinario".

A chiudere la serata Margarita e Ridere, sempre dall'ultimo disco. Tanti applausi e una promessa: "Alla prossima".

© Riproduzione Riservata

Leggi anche

Commenti