Questo sito contribuisce alla audience di TGCOM24
Mytech

Ufficiale, Apple ha inventato il rettangolo ad angoli arrotondati

Apple deposita un brevetto che definisce l'aspetto generale di un iPad. Ma potrebbe non servirgli nella causa contro Samsung. Nel frattempo, Apple perde la causa su FaceTime

Apple rettangolo

– Credits: USPTO

Alla fine, dopo mesi di polemiche e fuochi incrociati, nel bel mezzo della vertenza legale con Samsung, l’Ufficio Brevetti americano ha stabilito che Apple ha inventato il rettangolo, o se non altro un rettangolo con i bordi smussati. Lo cosa farebbe abbastanza ridere, se non ci fossero di mezzo cause miliardarie che minacciano di stravolgere il settore dell’hi-tech mobile. Da più di un anno, infatti, Apple e Samsung incrociano le spade in tribunale per stabilire, in sostanza, chi abbia inventato il tablet come lo conosciamo oggi.

Il brevetto approvato martedì dall’Ufficio Brevetti permette a Apple di segnare un punto, ma difficilmente si rivelerà decisivo nella battaglia contro Samsung. Per capire perché, facciamo un  piccolo ripasso.

Nell’aprile del 2011, Apple deposita un documento di 38 pagine preso la Corte Distrettuale della California, dichiarando l’intenzione di muovere una causa legale contro Samsung, rea secondo Cupertino di aver deliberatamente violato alcuni brevetti di Cupertino per produrre tablet e smartphone Android. Nel giugno del 2012, dopo che Samsung aveva risposto al fuoco formalizzando una causa legale parallela contro Apple, il giudice Lucy Koh diffida Samsung dal vendere il suo Galaxy Tab 10.1 nei negozi statunitensi, poiché il dispositivo rappresenterebbe una chiara violazione dei brevetti relativi all’iPad. La vera batosta arriva però solo lo scorso 24 agosto, quando lo stesso giudice emette una sentenza che costringerebbe Samsung a sborsare oltre un miliardo di dollari per rifondere Apple dei danni causati dalla violazione dei suoi brevetti.

A ottobre però le cose cominciano a cambiare. Il provvedimento di giugno viene messo in discussione dalla stessa Koh, che stabilisce come in realtà Samsung, pur avendo violato diversi brevetti, non abbia violato il D504889 , un brevetto che stabiliva linee guida per il design dei tablet di Cupertino e che era stato utilizzato per bloccare il Galaxy Tab 10.1. La scelta del giudice sembrava concordare con l’obiezione che Samsung aveva mosso nell’apprendere della “multa” da un miliardo di dollari: “è triste pensare che una legge sui brevetti possa essere manipolata per dare a una sola compagnia il monopolio sui rettangoli coi bordi arrotondati”.

Ma ecco arrivare la stoccata dall’Ufficio Brevetti americano che, martedì 6 novembre, con l’approvazione del brevetto D670.286 ha stabilito che, sì, è possibile brevettare una forma geometrica simile, in quanto indicativa di un “design ornamentale.” Il brevetto è piuttosto semplice, e contiene una serie di immagini che illustrano l’aspetto esteriore di un iPad. Se si evita di guardare la telecamera frontale e il bottone circolare in basso potrebbe sembrare una di quelle lavagnette su cui all’asilo ci divertivamo a consumare tonnellate di gesso. Ma sono proprio questi due dettagli a rendere ufficiale questo “design ornamentale di un dispositivo portatile”. La cosa curiosa, come alcuni analisti non hanno mancato di sottolineare, è che Apple ha ottenuto un brevetto che, pur assicurandogli la proprietà dell’aspetto generale dell’iPad, rischia di non aiutare nel tentativo di fare le scarpe a Samsung.

Questo design non dà alcun nuovo vantaggio a Applespiega Lea Shaver, professore presso la School of Law dell’Università dell’Indiana “dal momento che nessuno sta cercando di lanciare sul mercato un dispositivo del tutto identico all’iPad”. Il Galaxy Tab è sì rettangolare, e ha sì gli angoli arrotondati, ma non ha un bottone circolare sul fondo, e questo potrebbe bastare a mettere Samsung al riparo, almeno su questo particolare aspetto della vertenza.

Nel frattempo, a questa piccola buona notizia, se ne è aggiunta una particolarmente brutta per Apple. Una giuria federale di Dallas, ieri, ha stabilito che Apple dovrà pagare 368 milioni di dollari alla compagnia VirnetX. Colpa di FaceTime, che secondo la sentenza ha violato alcuni brevetti dell’azienda. Mentre Apple si prepara ad allentare le corde del borsone, VirnetX ha registrato un’impennata record in borsa.

Seguimi su Twitter: @FazDeotto

© Riproduzione Riservata

Leggi anche

Commenti

Lascia un Commento

L'indirizzo email non verrà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

È possibile utilizzare questi tag ed attributi XHTML: <a href="" title=""> <abbr title=""> <acronym title=""> <b> <blockquote cite=""> <cite> <code> <del datetime=""> <em> <i> <q cite=""> <strike> <strong>