Libri

“La paura”, il nuovo thriller di Francesca Bertuzzi

Un racconto crudo e tagliente che punta a replicare il successo del precedente "Il Carnefice"

La paura di Francesca Bertuzzi

Particolare della copertina – Credits: Newton Compton

Francesca Bertuzzi è un’autrice che non deve amare troppo i giri di parole, e così, nel suo ultimo libro suggerisce fin dal titolo che non ci sarà troppo spazio per le atmosfere idilliache: ecco La paura , thriller made in Italy edito dai tipi di Newton Compton.

Nata a Roma nel 1981, la Bertuzzi è figlia della Scuola Holden di Baricco, dove a 22 anni consegue un master biennale in “Teoria e Tecnica della Narrazione”. L’esordio nel mondo della narrativa arriva nel 2011 con l’inquietante Il carnefice , rivelatosi il classico caso editoriale in grado di ottenere al primo colpo un sorprendente successo di critica e di pubblico.

L’incipit di questo nuovo libro è da shock: due ragazze, conosciutesi da poco in un bar di Torino, vengono brutalmente aggredite e portate in un sudicio capanno fuori città. Una sarà torturata e uccisa, mentre l’altra verrà inspiegabilmente risparmiata e lasciata libera.

Per Giuditta (questo il nome della protagonista) potrebbe trattarsi della fine di un terribile incubo, ma quando si trova di fronte Emma, la figlia di cinque anni della donna assassinata, il senso di giustizia e l’istinto di protezione la spingono a far luce sull’orrendo accaduto. E come da copione, quello che verrà a galla potrebbe non essere da libro Cuore.

Gli ingredienti per bissare l’exploit de Il carnefice sembrano non mancare, ma intanto, nell’attesa di scoprire cosa ne pensano i lettori, la trentunenne romana si tiene impegnata con il lavoro di sceneggiatrice. Nel suo curriculum, infatti, c’è anche il cinema: è lei ad aver diretto nel 2011 il backstage del film di Michele Placido sul bandito Renato Vallanzasca.

© Riproduzione Riservata

Commenti