Michele Ambrogi 2
Hi-Tech

Con Lc3 il camion è più verde

La società di trasporti di Gubbio è la prima in Italia e in Europa a utilizzare il metano liquido per alimentare la sua flotta di truck

È nata a Gubbio, in Umbria, una delle società di trasporti più innovative e più verdi d'Europa: si chiama Lc3 (Logicompany3) ed è la prima azienda italiana e in Europa a utilizzare camion a metano liquido (Lng-liquid natural gas). Oggi detiene la più ampia flotta nel settore, 70 veicoli. Il metano presenta il vantaggio di abbattere le emissioni di polveri sottili e di CO2 (anidride carbonica) responsabile dell'effetto serra. Grazie all'utilizzo del gas liquido, i camion Lc3 sono eco-sostenibili: nel solo 2016, Lc3 ha tagliato di circa il 10 per cento le emissioni di CO2, pari a quasi 1 milione di kg di biossido di carbonio, e ridotto le polveri sottili (PM) di circa 30 milioni di milligrammi. 

Un progetto a cui il fondatore Mario Ambrogi e il figlio Michele (presidente della società, nella foto) si dedicano da anni: la Lc3 presenta nel 2012 il progetto per la realizzazione del primo distributore a metano liquido in Italia, realizzato a Piacenza da Eni due anni dopo. Nel 2014 mette su strada i primi 5 camion a Lng e dal 2015 è partner di Corridoio Blu, progetto della Comunità europea sul gas liquido nel trasporto pesante. Nello stesso anno sottoscrive l’appello delle imprese della green economy per la Conferenza di Parigi 2015 (COP21) e rappresenta l’Italia.

Lc3 nasce nel 2009 per operare nel settore dell’autotrasporto sia a temperatura controllata sia nel trasporto container. Da più di due anni l’azienda effettua il trasporto dei container dai porti di Genova, Livorno e La Spezia alle destinazioni finali. “Regno Unito, Spagna e soprattutto Francia hanno le migliori reti distributive di metano liquido nel continente" spiega Michele Ambrogi. "Nostro obiettivo è l’ampliamento a breve del numero di veicoli alimentati a Lng per destinarli alle consegne per grandi committenti sia nel settore della grande distribuzione con il trasporto a  temperatura controllata (Ferrero, Eurospin, Lidl, Pam, Conad, Coop), sia per le committenze sull'estero, sia infine per il trasporto dei container dai porti alle destinazioni finali (Ikea)”.

La nuova frontiera di Lc3 sarà l’utilizzo del biometano liquido prodotto da rifiuti organici, reflui zootecnici e scarti agricoli, per alimentare i veicoli dell’azienda. I mezzi a metano liquido di Lc3 sono già predisposti a essere alimentati a biometano, una volta disponibile sul mercato. 

© Riproduzione Riservata

Leggi anche

Commenti