The Voice 2, Suor Cristina batte Dylan Magon e vola in finale
(Ufficio Stampa)
The Voice 2, Suor Cristina batte Dylan Magon e vola in finale
Televisione

The Voice 2, Suor Cristina batte Dylan Magon e vola in finale

La sfida per la vittoria sarà tra Giacomo Voli, Tommaso Pini, Giorgia Pino e la religiosa. Ultima puntata il 5 giugno

Per usare una frase grande classico dei talent, ora la parola passa al pubblico sovrano. Dopo settimane di duro lavoro, giudici hanno "esaurito" i loro compiti e sarà esclusivamente attraverso il televoto che si deciderà il vincitore di The Voice 2: dalla puntata di questa sera sono usciti i nomi dei quattro finalisti che si contenderanno la finale del 5 giugno prossimo, cioè Giacomo Voli, Tommaso Pini, Giorgia Pino e ovviamente Suor Cristina che, come da pronostici, arriva senza troppi affanni alla finale. Ecco cos’è successo durante la semifinale.

IL PRIMO FINALISTA. L’inizio è esplosivo grazie all’esibizione degli otto semifinalisti con il re del latin pop Ricky Martin - sensualissimo coach di The Voice of Australia - che propone un medley dei suoi successi. Poi parte la gara e in scaletta c’è una doppia esibizione per ogni concorrente, con una canzone in italiano e una in inglese. I primi a sfidarsi sono Giacomo Voli e Daria Biancardi del team di Piero Pelù, che ammette di essere agitato e indeciso: “Mi sento devastato: stiamo raccogliendo i frutti di questi mesi di lavoro e non vorrei eliminare nessuno”. Ad aprire le danze è Giacomo, con acuti impressionanti - “nell’ultima nota parlavi ai delfini”, dice ironica Noemi - seguito da Daria, poi si passa alla canzone in italiano con una surreale sfida tra Jeeg Robert d’acciaio vs Pensiero stupendo. Il verdetto è per metà nelle mani del pubblico e per metà in quelle del coach, che ha disposizione 100 punti da dividere tra i due concorrenti (55 a 45). “Ho dovuto dare una preferenza solo perché il gioco lo impone”, spiega contrariato Pelù, che dà la sua preferenza a Giacomo Voli: anche il pubblico lo premia e lui è il primo finalista. Eliminata Daria Biancardi.

LE SCELTE DI RAFFAELLA. Il secondo duello è quello tra Giuseppe Maggioni e Tommaso Pini, i due talentuosi semifinalisti di Raffaella Carrà. Il primo sale sul palco con Eye of the tiger ma tra l’inglese traballante e la camicia trasparente vista capezzolo, l’effetto complessivo non è dei migliori. Se la cava decisamente meglio Pini con Wuthering heights, che per la prova in italiano punta invece su Centro di gravità permamente. “Sono contenta dei miei ragazzi: Giuseppe è un grande show man, Tommaso stasera ha fatto un’ottima performance”. Il primo passo verso la finale lo fa proprio Tommaso, cui la Carrà assegna 55 punti, poi si sommano le preferenze del televoto che conferma il giudizio. Eliminato Giuseppe Maggioni

A TUTTO RAP. Alta concentrazione di tatuaggi e piercing per l’esibizione che spezza in due la gara: botta di energia, quando sul palco con Noemi e J-Ax salgono a sorpresa Fedez ed Emis Killa. “Sono la crème del rap italiano e sono sul palco assieme per la prima volta grazie a me”, sottolinea Ax. Poi si rientra nel cuore della competizione e la doppia sfida è tra Dylan Magon e Suor Cristina.

AVANTI TUTTA, SUOR CRISTINA. Per gli Axmen, apre la semifinale Dylan che porta a casa una buona versione della difficile Man in the mirror, cui Suor Cristina risponde con Time of my life (da Dirty dancing): ed è subito ovazione del pubblico. “Mi sono divertita”, ammette la religiosa. Stesso stato d’animo per J-Ax: “Mi diverto ogni volta che lei dimostra il contrario delle critiche. Ai critici dico: vi beccate il pacchetto completo, compreso l’abito. Anche io senza il tatuaggio e il pizzetto sarei un semplice informatico”. Poi si passa alla seconda sfida, quella in italiano: il rapper canta Pes dei Club Dogo, Suor Cristina Sally di Vasco Rossi (e Ax si commuove). Prima di arrivare al verdetto c’è tempo per ascoltare il nuovo singolo di Ricky Martin, Vida, altra esibizione ad alto tasso di prestanza fisica. Poi J-Ax spariglia i giochi e assegna la sua preferenza a Dylan - “una decisione pensante” sottolinea il conduttore Federico Russo - spiegandola così: “Io sono da sempre dalla parte della minoranza, è questa l'Italia che mi piace”. Sono attimi di tensione aspettando l’esito del voto del pubblico che poi arriva e non ribalta la scelta: in finale, come prevedibile, va dritta Suor Cristina. Eliminato Dylan Magon.

 

L’ULTIMO VERDETTO. Manca un solo talento da mandare all’ultima puntata e va scelto tra i due concorrenti del team di Noemi cioè Stefano Corona e Giorgia Pino. Prima però J-Ax ne combina una delle sue e twitta il numero di cellulare di Noemi, che inizia ad essere bombardata di chiamate ed sms in diretta: il siparietto ha tutta l’aria di essere stato preparato, anche se il rapper lo smentisce, e #prontonoemi va subito in testa alle tendenze di Twitter. I ragazzi si sfidano e Noemi apprezza: “Sono contento di averli sentiti sia in inglese che in italiano: ho dato a loro due testi importanti, quello in italiano era un po’ la prova del nove”. Prima di arrivare al verdetto spazio all’altro ospite della serata, Sam Smith, poi la coach scrive nella busta la sua preferenza. “Spero di avere assecondato il volere del pubblico”, dice poco prima di anticipare la scelta: i suoi voti vanno a Corona che già assapora la finale ma, colpo di scena, l’esito del televoto ribalta il volere del giudice e premia Giorgia Pino. L’eliminato è Stefano Corona. Appuntamento a giovedì 5 giugno per la finale.

Ti potrebbe piacere anche

I più letti