The Voice 2: la cantate dei Jalisse non supera le audizioni al buio
(Rai.it)
The Voice 2: la cantate dei Jalisse non supera le audizioni al buio
Televisione

The Voice 2: la cantate dei Jalisse non supera le audizioni al buio

Tante sorprese nella terza puntata delle Blind Audition. Tra i concorrenti, anche la figlia della speaker di radiofonica Anna Pettinelli

Tutti pazzi per Suor Cristina. Il fenomeno planetario, dopo aver lasciato a bocca aperta i quattro coach, ha conquistato mezzo mondo e collezionato più di 31 milioni di visualizzazioni su You Tube oltre ad incassare complimenti trasversali (da Monsignor Ravasi a Woopi Goldberg). Così l’anteprima di The Voice of Italy 2 è tutta dedicata a lei con un lungo riassunto del suo provino al buio: sempre più stracult. Poi però i coach si rimettono alla ricerca della voce unica da portare alle Battle e poi ai live di maggio.

BOCCIATA LA JALISSE. In questi giorni si era diffusa l’indiscrezione sulla partecipazione di Alessandra Drusian alle Blind Audition e lei è puntualmente salita sul palco dello Studio 2000 di via Mecenate. La cantante dei Jalisse (dietro le quinte c'è anche l'altra metà del gruppo, il marito Fabio ricci9, vincitrice del Festival di Sanremo nel ’97 con la mitologica Fiumi di parole, cerca il rilancio e tenta la carta del talent di Rai Due. “Uno deve mettersi sempre e comunque in gioco”, racconta al conduttore Federico Russo. Si presenta con Io canto della Pausini e già dagli sguardi perplessi dei giudici si capisce che non li convince. Infatti, dopo i novanta secondi di esibizione, non si gira nessuno dei quattro coach e viene scartata. “Massimo rispetto per te: salire sul palco e rimettersi in gioco dopo aver vinto Sanremo non è da tutti”, dice Noemi. “Noi quattro abbiamo fatto una figuraccia”, ammette Piero Pelù, sostenuto da Raffaella Carrà: “Una vincitrice di Sanremo e una cantante affermata: abbiamo fatto una figuraccia”. Ma ci pensa J-Ax a seppellire ogni buonismo dei colleghi: “Perché, siamo tenuti a conoscere i Jalisse?”.

IL RAPPER NON PASSA. Occhi puntati su J-Ax quando entra Antonio Careddu, il rapper sardo che si presenta sul palco con Without me di Eminen. Il coach però non sembra affatto convinto, non si risparmia facce stranite durante l’esibizione e lo congeda con una delle sue immancabili massime: “Fare il rap è come fare il porno: ci vogliono delle qualità precise che devi avere. E con quelle ci nasci”.

GLI AFORISMI DI J-AX. A proposito di J-Ax, anche stasera ha dispensato motti come se non ci fosse un domani. Nell’ordine, dice: “Hai cantato così bene che hai già gli hater su twitter. Vieni con me e mi faccio crescere anch’io quei baffetti da hipster”. “Hai cantato questa canzone come una preghiera e mi hai convertito alla tua chiesa”. “Rubare un concorrente a Raffaella è come rubare la palla a Michael Jordan e fare canestro”. “Per come hai cantato questo pezzo, sono sicuro che un sacco di gente stasera ha riscoperto la propria sessualità”. “La tua voce mi ricorda sigarette, bicchieri di whisky e locali jazz. Io invece preferisco i coffee shop”. “Se mi devo scrivere un mio testo sulla mano mi serve la mano di Gianni Morandi”. “Hai fatto degli acuti con la voce che mi hai fatto la pulizia dei denti”. “Hai cantato Elisa così bene che ti può usare come controfigura”. "Sei come quelle ragazze che si vestono fighe e poi a fine serata ti danno solo un abbraccio". 

VIA LIBERA ALLA FIGLIA DELLA PETTINELLI. Ai provini si presenta anche Carolina Russi, da Roma, figlia della speaker di Rds e opinionista tivù Anna Pettinelli. La ragazza mette però subito le mani avanti: “Io sono io: non voglio essere la figlia di”. Però arriva il video messaggio della Pettinelli, che ha cercato di far desistere la figlia: “Ho provato a tenerti lontano da questo mondo che sa dare grandi gioie ma anche grandi dolori”. Ma evidentemente non ha ascoltato i consigli di mammà: sale sul palco, canta e per lei si girano in tre su quattro (tutti tranne Noemi). Pelù: “Hai tirato fuori una bella personalità”. Carrà: “Ho sentito qualcosa di straordinario che non capita molto spesso: vieni con me che ho un pezzo pronto nel cassetto dallo scorso anno”. J-Ax: “Tu sei quella che voglio nella mia squadra, una capace di rompere la monotonia da musica da centro commerciale”. E alla fine sceglie proprio il rapper milanese.

LE PIU’ TWITTATE. Fortissime e twittatissime. Verso fine puntata, sul palco salgono due cantanti che strappano subito grandi apprezzamenti sui social network. La prima è Esther Oluloro, dalla provincia di Brescia, africana dalla voce caldissima e potente che conquista tutto il pubblico dopo poche note: si girano tutti ma lei punta su El Diablo Piero. Grande emozione anche durante l’esibizione di Benedetta Giovagnini: è la sorella di Valentina Giovagnini, cantante morta nel 2009 dopo un incidente stradale, Premio per il Miglior arrangiamento per Il passo silenzioso della neve a Sanremo 2002.  Col suo graffio conquista tutti i giudici ma anche lei sceglie Pelù, che sale così a dieci concorrenti per il suo team: a dieci anche Noemi, mentre la Carrà è ferma a otto e J-Ax a undici. 

Ti potrebbe piacere anche

I più letti