Televisione

Sanremo 2019: Bocelli, Giorgia e gli altri ospiti della prima serata

Al via il Baglioni-bis, su Rai 1 da martedì 5 febbraio. All'Ariston in arrivo anche Pierfrancesco Favino e Claudio Santamaria

Sanremo 2019

Francesco Canino

-

Il conto alla rovescia adesso può davvero scattare. Archiviate settimane di polemiche sui migranti, le etichette sovraniste e le diatribe tra addetti ai lavori sulle canzoni, scatta l'ora di Sanremo 2019, al via da martedì 5 febbraio. Come sarà il Baglioni-bis lo vedremo tra poche ore, di certo la vigilia è tesa tanto che il "dirottattore artistico" (come lui stesso si è definito) e il resto del cast non si sono presentati alla conferenza stampa della vigilia, forse per dribblare le ennesime domande sul "conflitto di interessi" su cui Striscia la Notizia continua a battere. Ecco intanto cosa vedremo, sul fronte del puro spettacolo durante la prima puntata.

Sanremo 2019, come sarà la prima serata

Il "d-day" di Sanremo 2019 è arrivato e scatta alle 20.45. Sul palco saliranno i 24 Big in gara - con la categoria unica voluta da Baglioni - e senza eliminazioni. La serata si annuncia monstre, con il vice direttore di Rai 1 Claudio Fasulo che certifica che la chiusura è prevista all'1.15, in linea dunque con il 2018.  

"Stasera scatta anche la macchina del voto, con il 30% del voto in mano alla sala stampa, il 30% alla giuria demoscopica e il 40% invece affidata al televoto", racconta Fasulo, pochi minuti dopo che la sala stampa si era alzata in piedi per omaggiare Fabrizio Frizzi, che proprio oggi avrebbe compiuto 61 anni. "È l'unico vero dispiacere che ho non aver potuto lavorare con lui. È stata una persona fuori dal comune, una colonna della rete", spiega commossa la direttrice di Rai 1 Teresa De Santis



Gli ospiti della prima puntata

Sul fronte ospiti, la scaletta extra large prevede l'arrivo di Andrea Bocelli che si esibirà insieme al figlio Andrea e poi duetterà con il conduttore Baglioni. L'altro attesissimo duetto "baglioniano" sarà con Giorgia, mentre la quota attori verrà garantita da due volti ultra pop, Claudio Santamaria e Pierfrancesco Favino.

Santamaria si unirà a Bisio-Raffaele-Baglioni per un omaggio al Quartetto Cetra, mentre Favino torna sul "luogo del delitto" un anno dopo il successo clamoroso dello scorso anno (ma non inconterà, almeno sul palco, la moglie Anna Ferzetti che co-conduce la striscia Prima Festival). Mercoledì 6 febbraio sono invece in arrivo Fiorella Manoia, Michelle Hunziker, Marco Mengoni, Riccardo Cocciante, Michele Riondino e Laura Chiatti, Pio e Amedeo

Le polemiche politiche e il Sanremo numero 70

In conferenza stampa la De Santis torna sulle polemiche della vigilia e precisa: "Non sarà un Festival anestetizzato. "Siamo in una fase politica complessa, di grande transizione. L'importante è l'analisi della fase e penso che il Festival serva anche a questo. Tutti potranno esprimere il loro pensiero, più o meno politico. Non c'è omologazione, ma c'è modo e modo di porre le cose. Quanto a Claudio e alle sue parole sui migranti, ha risposto a un tema della conferenza stampa, ma questo nulla toglie all'amicizia che c'è tra noi", ha chiosato smentendo poi le presunte dimissioni di Baglioni ventilate da Dagospia.

Intanto già si guarda, in prospettiva, al Festival 2020. "Sarà il 70esimo e dovrà essere un'edizione corale, ci dovrà essere un'idea in più. Mettere sul piatto un'ipotesi, adesso, sarebbe sbagliato". Nessuna previsione invece sul fronte ascolti e share. "Le previsioni della pubblicità sono buoni, ma lasciatemi fare gli scongiuri del caso". 

Il DopoFestival con Papaleo e Anna Foglietta

Considerando che la prima serata del Festival chiuderà intorno all'1.15 - tre ore e mezza di diretta, praticamente un sequestro di persona - il DopoFestival sarà come sempre roba per vampiri e nottambuli, visto l'orario. Alla guida c'è Rocco Papaleo, che annuncia di aver presentato anche quest'anno una canzone che però non è stata presa e soprattutto che all'epoca del Sanremo 2012 che condusse con Gianni Morandi, non ebbe rapporti con Belén Rodriguez e Elisabetta Canalis ("mi parlarono solo sul palco e perché lo prevedeva il copione").

Con lui ci sarà anche Anna Foglietta, che - almeno per ora - è l'unica che in sala stampa ha sfoderato un po' di entusiamo. "Potremo permetterci sfumature rock and roll, più poetiche e torbide", azzarda. "Cercheremo di dire delle cose, non solo di farvele ascoltare. Il ritmo sarà incalzante". Speriamo, viene da dire.

Per saperne di più: 

© Riproduzione Riservata

Commenti

Cookie Policy Privacy Policy
© 2018 panorama s.r.l (gruppo La Verità Srl) - Via Montenapoleone, 9 20121 Milano (MI) - riproduzione riservata - P.IVA 10518230965