Mediaset: Piero Chiambretti è guarito dal Coronavirus
Ufficio Stampa Mediaset
Mediaset: Piero Chiambretti è guarito dal Coronavirus
Televisione

Mediaset: Piero Chiambretti è guarito dal Coronavirus

Il popolare conduttore è stato dimesso dall'ospedale Mauriziano di Torino dove era ricoverato dal 16 marzo scorso. «Ho due tamponi negativi», ha confermato. La madre Felicita era invece morta la scorsa settimana

Piero Chiambretti è guarito dal Coronavirus. La buona notizia è stata ufficializzata da Mediaset, attraverso un comunicato stampa che ha confermato le voci che circolavano tra gli addetti ai lavori sin dalla mattinata: il popolare conduttore di Rete4 è stato dimesso dall'ospedale Mauriziano di Torino dove era ricoverato dal 16 marzo scorso insieme l'amatissima madre Felicita che, anche lei contagiata, è purtroppo deceduta la settimana scorsa.

Piero Chiambretti è guarito dal Coronavirus

Il conduttore di #CR4-La Repubblica delle donne è dunque guarito dal Coronavirus, come ha riferito lui stesso in un comunicato di poche righe. «Ho due tamponi negativi. Un messaggio di speranza che voglio condividere e trasmettere a tutti», ha fatto sapere. Piero Chiambretti era risultato positivo al Covid-19 e dopo due lunghe settimane di lotta contro il virus, il 30 marzo finalmente è tornato a casa e ora lo aspetta un periodo di convalescenza.

«Ringrazio con tutto il cuore il personale sanitario del Pronto Soccorso dell'ospedale Mauriziano di Torino che mi ha assistito e curato con abnegazione, passione e grande umanità in questi lunghi giorni di malattia e di sconforto psicologico», ha aggiunto Chiambretti, 63 anni, papà della piccola Margherita.



Il post in ricordo di Mamma Felicità

Appena sei giorni fa era stata invece annunciata la morte di Felicita Chiambretti, 83 anni, anche lei ricoverata al Maurizio di Torino dopo una serie di crisi respiratorie e risultata poi positiva al Covid 19: le sue condizioni erano apparse da subito gravi tanto che era stata trasportata in terapia intensiva e dopo alcuni giorni di lotta, è morta il 21 marzo scorso. Ironica e volitiva, la signora Felicita era l'artista di famiglia e aveva una forte passione per la poesia.

E proprio con una sua poesia Chiambretti, legatissimo alla madre, l'ha ricordata nel post pubblicato su Instagram nei giorni scorsi: «Catturata dall'enigma non ho certezze di chi sia io veramente, nella camera oscura intravvedo fiocchi di neve continuando il gioco di buio». Per rispettare le vigenti disposizioni, la cerimonia funebre si è tenuta in forma strettamente privata.

Ti potrebbe piacere anche

I più letti