Video Mediaset
Televisione

Le Iene: Luigi Pelazza espulso dal Marocco per un'inchiesta scomoda

Un blitz con una decina di agenti: sequestrati il materiale e le telecamere

Se l'è vista davvero brutta la "iena" Luigi Pelazza. Ieri lo storico inviato del programma di Italia 1 - la nuova edizione partirà il  2 ottobre - celebre per le sue inchieste scottanti, è stato infatti bloccato dalla polizia del Marocco ed espulso dal paese, dove stava girando un servizio sulla prostituzione minorile. A raccontare quello che è successo è stato lo stesso giornalista delle Iene, che dopo aver trascorso la notte in aeroporto guardato a vista dagli agenti di sicurezza questa mattina è riuscito a far rientro in Italia. Ecco cos'è successo.

Le Iene, Luigi Pelazza espulso dal Marocco
L'inviato delle Iene aveva annunciato proprio attraverso Facebook, il 26 settembre scorso, la partenza per il Marocco con l'obiettivo di "raccontare una nuova storia". I dettagli sull'inchiesta Luigi Pelazza li ha rivelati solo però nella tarda serata di ieri, quando ha svelato l'irruzione della polizia marocchina nella casa in cui stava realizzando un'intervista. "Hanno arrestato il nostro interprete e portato me e il mio autore Mauro Pilay in Prefettura - ha spiegato in un lungo post - Ci hanno sequestrato i telefoni, preso tutto quello che avevamo registrato e ci hanno vietato di fare telefonate e anche di contattare l'Ambasciata. Volevano anche farci firmare dei fogli per 'assunzione di responsabilità' ma non abbiamo firmato nulla".

Pelazza e il suo autore hanno potuto riavere il telefono e raccontare quanto accaduto a Marrakech solo in tarda serata, dopo essere stati espulsi dal paese. "Ci hanno portato in hotel e ora siamo all'aeroporto, dove dovremo passare la notte controllati a vista e ripartire domani mattina con il primo volo.E tutto questo perché? Lo avete capito? Per insabbiare il business della prostituzione minorile, che esiste, c'è e l'ho vista con i miei occhi". 

Il video su Facebook
Appena il tempo di salire sull'aereo verso l'Italia e Luigi Pelazza ha aggiunto questa mattina qualche dettaglio sull'accaduto: "Con delle microcamere abbiamo documentato la prostituzione minorile. Ovvio che loro non sono contenti che noi facciamo vedere al mondo la situazione che c'è a Marrakech", ha sottolineato l'inviato. "Non ci hanno permesso di chiamare l'Ambasciata italiana né di dormire nel nostro albergo, e ci hanno scortato fino all'aeroporto, dove abbiamo dormito sul pavimento". 

Le Iene - Luigi Pelazza espulso dal Marocco

Instagram/Luigi Pelazza
In Marocco Luigi Pelazza è volato con il suo autore Mauro Pilay
Ti potrebbe piacere anche

I più letti