"Le due leggi", con Elena Sofia Ricci su Rai1
Rai
"Le due leggi", con Elena Sofia Ricci su Rai1
Televisione

"Le due leggi", con Elena Sofia Ricci su Rai1

La storia di una direttrice di banca che rifiuta un credito a un imprenditore in crisi e dovrà fare i conti con la sua coscienza all'indomani del suicidio dell'uomo strozzato dai debiti

Una vicenda simile alle tante riportate dalla cronaca: un imprenditore, schiacciato dai debiti, si toglie la vita, impossibilitato a mandare avanti la sua azienda in crisi. Un gesto estremo, conseguenza delle ferree disposizioni dell'istituto bancario al quale il manager si era rivolto per ottenere il credito necessario a far fronte alle prime difficoltà. E' questo lo spirito della miniserie Le due leggi, in onda il 25 e il 26 marzo, in prima serata su Rai1. Nel ruolo della integerrima direttrice di banca, Adriana Zanardi, c'è Elena Sofia Ricci che interpreta una donna il cui stile di vita era basato soltanto su certezze la cui impalcatura è destinata sgretolarsi.

Il primo colpo di piccone al mondo rigido nel quale si era rinchiusa le viene proprio dal suicidio dell'imprenditore Berdini che si dà fuoco nella capsula del metal detector della banca, sotto gli occhi degli astanti, del vice direttore e della stessa direttrice. La Zanardi si ritiene immediatamente responsabile della tragedia.

E inizia un lungo percorso di ridiscussione e revisione dei valori nei quali aveva creduto. Il primo passo, a suo giudizio, è cercare di aiutare la vedova del manager. Ma scopre che la donna ha già venduto tutte le sue proprietà al più ricco correntista dalla sua banca, un imprenditore senza scrupoli che certamente ha lucrato sull'acquisto.

Il secondo passo è muoversi in maniera tale da aiutare i correntisti in debito con la banca perché si trovano in difficoltà, chiedendo per loro l'autorizzazione al rilascio di prestiti. Ma la richiesta viene respinta. Così la direttrice escogita un espediente: sposta temporaneamente somme di denaro da conti correnti con giacenze cospicue e con pochi movimenti ai conti dei clienti in difficoltà, così da coprire il rosso e creare i requisiti per farli accedere al credito.Inizialmente tutto sembra funzionare ma presto viene scoperta.

Con sua grande sorpresa, si rende conto di non rischiare il licenziamento, come avrebbe dovuto avvenire, ma, al contrario, i suoi capi le propongono un patteggiamento che le consentirebbe di evitare il processo e il carcere.

La vicenda continua con l'ulteriore scoperta di una rete di corruzione all'interno della banca e con la consapevolezza, da parte della Zanardi, che anche la sua vita privata è in gravissima crisi. Una realtà della quale solo adesso prende coscienza. Il marito stanco della sua esclusiva dedizione al lavoro l'ha tradita e la figlia adolescente, Camilla, le è ostile.

Sembra una catastrofe completa che ha coinvolto ogni aspetto della vita personale e professionale della donna. Adriana Zanardi dovrà ripartire da zero. L'ultima, sconvolgente, scoperta, è la presenza all'interno della rete di corruzione esistente nella sua banca, di tutte le persone nelle quali ha sempre creduto. Sembra davvero la fine di ogni possibilità di ripresa. Fino a quando un incontro fortuito non le restituisce la speranza.

La miniserie doveva andare in onda due settimane fa. Ma il causale riferimento ad una società realmente esistente che potrebbe essere in fallimento, l'ha tenuta ferma il tempo necessario per doppiare di nuovo le parti dei dialoghi interessati.

Nel cast di Le due leggi ci sono anche Enrico Ianniello, Maurizio Lastrico, Anna Melato, Ilaria De Laurentiis. La regia è di Luigi Manuzzi.

Ti potrebbe piacere anche

I più letti