FRANCK FIFE/AFP/Getty Images
Sport

Monaco-Juventus: Higuain travolgente, ma il mago è Allegri

Doppietta dell'argentino nel Principato, grandi parate di Buffon ma sono decisive le scelte del tecnico

La Juventus ipoteca la finale di Cardiff della Champions League sbancando il Principato e mettendo al sicuro la qualificazione con un 2-0 esterno che lascia poche speranze al Monaco. Gara quasi perfetta dei bianconeri, che controllano in difesa e colpiscono con due reti di Higuain, una per tempo, tramortendo la squadra di Jardim che conferma tutte le sue potenzialità e i limiti.


Una prestazione di grande spessore per il gruppo di Allegri che ormai ha acquisito grande forza anche psicologica e non sembra più temere l'impatto con l'Europa, tradizionale tabù della storia bianconera. E' come se aver saltato l'ostacolo del Barcellona nei quarti di finale abbia liberato le energie di una squadra fortissima sulla carta, ma che aveva bisogno di autostima per rendere in Champions League come in campionato.


Monaco-Juventus 0-2: gol e highlights - Video

Higuain finalmente decisivo - La copertina della notte di Montecarlo va certamente a Gonzalo Higuain autore della doppietta decisiva. Le pagelle di tutto il mondo lo premiano con voti altissimi e lui si è preso la rivincita su quelli (come l'Equipe alla vigilia) che ricordavano la sua astinenza da gol nelle fasi ad eliminazione diretta della Champions League. Non segnava da oltre quattro anni e prima della gara contro il Monaco aveva realizzato 2 reti in 24 gare della second fase. Poi l'esplosione contro i monegaschi...

1137631

Buffon, progetto Pallone d'Oro - In secondo pagina vanno le parate di Buffon. E' stato determinante anche se la Juventus ha dominato e meritato la larga vittoria. A 40 anni dimostra di non essere pronto per la pensione e comincia a sognare qualcosa di incredibile: se i bianconeri dovessero arrivare a Cardiff e vincere, pensare di essere il secondo portiere dopo Jascin ad alzare il Pallone d'Oro potrebbe non essere utopico.


Juve difesa di ferro - In assoluto la Juventus si conferma una squadra quasi impossibile da violare. L'imbattibilità di Buffon è salita a 621 minuti e l'ultima avversaria capace di segnargli è stata in novembre il Siviglia. Gigi non arriverà al record di Lehmann, però sono numeri che impressionano e non valgono solo per la Champions. In 50 gare stagionali la Juve ha incassato 32 gol (segnandone 100).

La risposta di Marchisio - Applausi anche per Marchisio che ha perso il ruolo di titolare ma nel Principato, schierato al posto dello squalificato Khedira, ha sfornato una prestazione maiuscola. Allegri sa che può contare su un cambio sicuro nel centrocampo e nel finale di stagione l'azzurro servirà eccome con la sua esperienza tattica in mezzo al campo.

Tutti i meriti di Allegri - Il numero uno assoluto nella hit bianconera rimane, però, Massimiliano Allegri. Come contro il Barcellona, anche a Montecarlo ha fatto un piccolo miracolo. Ha schierato Barzagli al posto di Cuadrado e alzato Dani Alves sulla linea dei trequartisti dietro a Higuain. Tutti perplessi? L'ex Barcellona ha piazzato due assist fantastici per le due reti del Pipita oltre a una partita di grandissima sostanza. Chapeau per Massimiliano che ormai è maturo e consapevole delle sue capacità come pochi altri tecnici in Europa.

FRANCK FIFE/AFP/Getty Image
Gonzalo Higuain è passato dalla Juventus al Milan - 7 agosto 2018
Ti potrebbe piacere anche

I più letti