Sport

L'Islanda non cede i diritti a FIFA 17: "Rispettateci e pagateci di più"

Il popolare videogame di calcio ha offerto solo 15 mila dollari agli eroi nazionali che hanno eliminato l'Inghilterra a Francia 2016

Tra le squadre protagoniste dell'ultimo europeo francese non si può evitare di citare l'Islanda, la vera sorpresa di Euro 2016 arrivata fino ai quarti di finale con la storica eliminazione dell'Inghilterra e protagonista del famoso coro tra giocatori e tifosi diventato virale.

EA Fifa 2017: i 50 giocatori più forti

I supporter che si sono appassionati della formazione di Bjarnason e Gunnarsson non potranno però ricreare le loro gesta nel videogame di calcio più famoso al mondo: FIFA 17. A causa di una disputa sui diritti d'immagine l'Islanda non sarà infatti presente, una decisione che è scaturita dopo l'esigua offerta della EA Sports per la cessione dei diritti della Federazione calcio islandese: 15 mila dollari.

Batshuayi (Chelsea) contro il videogioco FIFA 17: "Mi avete fatto troppo scarso"

Un'offerta ritenuta offensiva e subito rispedita al mittente. “Vorrebbero che cedessimo i diritti quasi gratis, crediamo di meritare un'offerta più adeguata - ha dichiarato alla BBC Geir Thorsteinsson, il presidente della federazione islandese - Le nostre prestazioni in Francia durante l’ultimo campionato europeo mostrano che siamo una buona squadra e in molti vorrebbero giocare con noi.”. L'Islanda, attualmente 27a nel ranking mondiale FIFA, non era mai stata inserita nelle edizioni del videogioco prima dell'exploit della scorsa estate. E pensare che tra le esultanze di FIFA 2017 una delle novità è proprio il coro in stile Islanda...

BERTRAND LANGLOIS/AFP/Getty Images
27 giugno 2016. Inghilterra - Islanda : 1 - 2 (Ottavi). Il centrocampista dell'Islanda Aron Gunnarsson festeggia la vittoria con i compagni di squadra allo stadio Allianz Riviera di Nizza.
Ti potrebbe piacere anche

I più letti