Europa League, le squadre top e flop dei sedicesimi di finale
Getty Images
Europa League, le squadre top e flop dei sedicesimi di finale
Sport

Europa League, le squadre top e flop dei sedicesimi di finale

Stoiche le italiane che fanno cinque su cinque, deludono Liverpool, Psv Eindhoven e Olympiacos

Si sono conclusi ieri i sedicesimi di finale d'Europa League. In attesa del sorteggio degli ottavi di finale previsto per le 13 a Nyon l'Italia festeggia il cinque su cinque delle sue formazioni che profilano un finale di stagione europeo ambizioso per Inter, Roma, Napoli, Fiorentina e Torino. La sorpresa di giornata sono senza dubbio i granata che vendicano l'eliminazione del Napoli in Champions per mano dei baschi e sbancano Bilbao per 3-2. Convince anche la Fiorentina che elimina il Tottenham mentre l'Inter vince di misura con il Celtic. Tra le principali candidate alla vittoria finale anche il Siviglia campione in carica e lo Zenit di Villas Boas che spazza via il Psv Eindhoven. Per scoprire le squadre promosse e bocciate continua a cliccare...

Top - Torino

Il Toro torna grande e scrive nuove pagine della sua storia. L'italiana più a rischio eliminazione tira fuori dal cilindro un 3-2 a Bilbao eliminando gli spagnoli dalla competizione e ribaltando gli equilibri dopo il 2-2 dell'andata. Gioia infinita per gli oltre 2.500 cuori granata che realizzano il sogno di arrivare agli ottavi e continuare l'avventura europea. Al San Mames decidono i gol di Quagliarella, Maxi Lopez e Darmian che rispondono agli spagnoli Iraola e De Marcos.

Flop - Liverpool

Continua il periodo nero dei Reds che vengono eliminati anche dall'Europa League dopo i calci di rigore contro i turchi del Besiktas. Dopo l'1-0 dell'andata firmato da un rigore di Balotelli gli inglesi perdono in Turchia con lo stesso punteggio e dagli undici metri devono dire addio alla competizione a causa dell'errore decisivo di Lovren di fronte ad uno stadio tutto esaurito con 63 mila persone. 

Top - Roma

I giallorossi tornano alla vittoria nella difficile trasferta di Rotterdam. Dopo l'1-1 dell'andata e gli scontri in piazza di Spagna che hanno preceduto il match la gara di ritorno era a forte rischio per problemi di ordine pubblico e per l'accoglienza temuta dei tifosi olandesi. A Rotterdam il match viene anche sospeso per 15 minuti a causa del fitto lancio di oggetti ma è il tabellino quello che conta: gol di Llajic e Gervinho per un 2-1 che vuole dire ottavi di finale. Con tanti saluti agli olandesi

Top - Fiorentina

Tra le italiane a renderci più orgogliosi ci sono senza dubbio i viola che dopo l'1-1 di Londra giocano una partita da sogno contro il Tottenham, una delle squadre più forti della Premier League inglese. I gol di Gomez e Salah mandano i toscani agli ottavi e confermano le buone impressioni fatte dalla squadra di Montella dal ritorno in campo dopo la pausa invernale. Un elogio in più per Neto che nonostante il clima teso con la gente di Firenze si è fatto trovare pronto onorando la maglia. 

Flop - Olympiacos

Svanisce l'obiettivo europeo per la squadra greca che pareggia per 2-2 in casa con il Dnipro e saluta l'Europa League dopo lo 0-2 dell'andata. Sul risultato finale pesa anche la superiorità numerica degli ospiti che dal 52' si ritrovano con l'uomo in più per l'espulsione di Milivojevic. Nonostante il buon dominio del campo con il 55% di possesso palla i greci pagano le amnesie difensive che hanno concesso 12 conlusioni al Dnipro. Addio coppa e con il campionato greco che rischia lo stop ad oltranza le paure per il futuro del calcio ellenico si moltiplicano. 

Flop - Psv Eindhoven

Gli olandesi escono dalla competizione nel peggiore dei modi, sotterrati dalla valanga di gol dello Zenit che vince 3-0 una partita che non è mai sembrata seriamente in discussione. Dopo l'1-0 della gara di andata a favore della squadra di Villas Boas il ritorno si trasforma in trionfo grazie alla doppietta di Rondon e al gol di Hulk. A piovere sul bagnato del Psv Eindhoven anche il rigore sbagliato da De Jong. Un'altra formazione olandese dopo il Feyenoord saluta l'Europa League. 

Top - Everton

Gli inglesi restano a sorpresa l'unica squadra inglese ancora in lotta in Europa League. La vittoria per 3-1 contro lo Young Boys ribalta un risultato d'andata che sembrava essere la premesse di un'eliminazione molto probabile. La squadra di Liverpool torna così agli ottavi di finale d'Europa League dopo sette anni e ringrazia Romelu Lukaku, autore di una doppietta che ribalta l'iniziale vantaggio svizzero con Sekou Sanogo Junior.

Top - Siviglia

I campioni in carica sono ancora una delle squadre più competitive e temibili in vista della vittoria finale. Il 3-2 con cui il Siviglia si è sbarazzato del Borussia Moenchengladbach lascia intendere come gli spagnoli anche quest'anno possano arrivare fino in fondo. In Germania segna Bacca e Vitolo con una doppietta che mette fine alle speranze di un Moenchengladbach capace di rimontare in due occasioni e di lottare nonostante l'inferiorità numerica. 

Ti potrebbe piacere anche

I più letti