Ventura bilancio panchine italia ct azzurro
Calcio

Spareggio per il Mondiale di Russia 2018: le avversarie dell'Italia

Ecco come si arriva al playoff di novembre dove ci saranno gli azzurri di Ventura: regolamento, classifiche e ranking per teste di serie

Zurigo ore 14, l'Italia conosce la sua avversaria sulla strada del Mondiale. E' il sorteggio che disegna la griglia dei playoff per la zona Uefa e che manderà a Russia 2018 le ultime quattro nazionali. La nazionale di Ventura entra nell'urna con lo status di testa di serie ed è un vantaggio importante. Obiettivo raggiunto, seppure con la prestazione ancora deludente in Albania impreziosita dal gol vittoria di Candreva che ha spazzato l'incubo di una retrocessione nell'urna della seconda fascia che avrebbe complicato la vita agli azzurri.

Al sorteggio di Zurigo siamo insieme alle più forti tra le migliori otto seconde dei gironi europei e con un elenco di potenziali avversarie tutte sulla carta battibili dalla nazionale di Ventura: Grecia, Irlanda del Nord, Irlanda e Svezia. Un gruppo cui si è aggiunta in extremis la Svizzera, sconfitta e superarata per differenza reti dal Portogallo di Cristiano Ronaldo ma comunque testa di serie.

Evitata la Croazia che entra al playoff nell'urna principale come noi e che ci avrebbe fatto paura. Evitato lo scivolamento che ci avrebbe obbligato a rischiare il sorteggio contro una tra Svizzera e Svezia. E a novembre avremo anche il vantaggio di giocare la gara di ritorno in casa.

Due sfide che saranno la porta verso il Mondiale: dentro o fuori. Il format delle qualificazioni per Russia 2018 manda avanti solo le vincenti dei 9 raggruppamenti della zona europea. Gli altri 4 posti che sono riservati alla Uefa vengono assegnati attraverso uno spareggio o playoff in calendario a novembre 2017 (9-11 novembre le gare d'andata e 12-14 novembre il ritorno).

Vi accedono le 8 migliori seconde piazzate, tagliando fuori quella che sarà considerata la peggiore in una classifica formata tenendo conto dei risultati (non tutti) nelle partite del girone di qualificazione. L'Italia di Ventura, sconfitta al Bernabeu dalla Spagna di Lopetegui, dovrà passare da qui come nel 1997 contro la Russia se vorrà essere presente al Mondiale. Impresa sempre riuscita con l'eccezione dell'edizione 1958 disputata in Svezia.

Evitare Svezia e Irlanda

Nessuna delle potenziali avversarie dell'Italia è così forte da perderci il sonno, però è chiaro che esiste una gerarchia di preferite. Ad esempio, sarebbe meglio evitare la Svezia che, pure senza Ibrahimovic che ha chiuso con la nazionale dopo l'Europeo del 2016, è stata capace di contendere fino alla fine alla Francia la qualificazione diretta e di fare fuori la più quotata Olanda in un girone molto combattuto e difficile.

Anche l'Irlanda che ci ha battuto nell'ultima gara del gruppo a Euro2016, irrilevante per noi, è un cliente non abbordabile e con un pizzico di esperienza ad alto livello. Meglio prendere Irlanda del Nord o Grecia, anche se gli ellenici sono una squadra ostica che fa della difesa il suo punto di forza e che non consente di giocare bene. 

Come si determina la classifica delle seconde piazzate

Per decidere chi va al playoff a giocarsi il Mondiale e chi, invece, rimane a casa saranno presi in considerazione i punti ottenuti dalle seconde piazzate di tutti i gironi. Non tutti, ma scartando quelli fatti contro la sesta e ultima del raggruppamento. Per intenderci, l'Italia si porterà in dote i risultati contro Spagna (un punto), Albania (6), Israele (6) e Macedonia (4) cancellando quelli ottenuti contro il Liechtestein.

La nuova classifica determinerà quali sono le 8 ammesse allo spareggio e quale squadra, invece, risulterà eliminata direttamente senza potersi giocare l'ultima chance di qualificazione.

La classifica aggiornata delle seconde dei gironi

Ecco la classifica aggiornata, secondo i parametri decisi dalla Fifa, delle squadre attualmente seconde piazzate in ciascun girone:

Svizzera - 21 punti (8 partite) 

Italia - 17 punti (8 partite) 

Danimarca - 14 punti (8 partite)

Croazia - 14 punti (8 partite)

Svezia - 13 punti (8 partite)

Irlanda del Nord - 13 punti (8 partite) 

Grecia - 13 punti (8 partite)

Irlanda - 13 punti (8 partite)


Slovacchia - 12 punti (8 partite)

Teste di serie e ranking Fifa

Le squadre ammesse ai playoff saranno divise in due urne, a seconda del ranking Fifa come fotografato ad ottobre 2017 al termine dei giorni di qualificazione. Le prime 4 della classifica delle piazzate saranno teste di serie e non potranno incontrarsi tra di loro. Ecco il ranking Fifa aggiornato delle possibili qualificate al playoff:

Prima fascia

Svizzera (11°)

Croazia (14°)

Italia (15°)

Danimarca (19°)


Seconda fascia  

Irlanda del Nord (23°)

Svezia (25°)

Irlanda (26°)

Grecia (47°)


Per saperne di più

© Riproduzione Riservata

Leggi anche

Commenti