Faccio il tifo, ma non mi basta!
Faccio il tifo, ma non mi basta!
Sport

Faccio il tifo, ma non mi basta!

Mentre Cantù vinceva, io guardavo dalla panchina... Ora spero proprio di rientrare in Eurocup o al più tardi domenica, in Campionato

Ciao ragazzi,

anche questa settimana è continuata su un doppio binario, per quel che riguarda il sottoscritto.

Se i risultati sportivi continuano a rendermi felice, con i miei compagni che prima hanno battuto in una sfida importantissima Ostenda in Eurocup e poi hanno addirittura espugnato Roma dopo un tempo supplementare, io rimango sempre fuori bloccato dalla distorsione alla caviglia della gara con Pesaro.

Sia chiaro va sempre meglio e la caviglia inizia anche a sgonfiarsi, ma credo che la parte del tifoso proprio non mi si addica visto come soffro in panchina.

Speriamo di riuscire a tornare in campo già per qualche minuto domani contro Nymburk o al massimo contro Avellino, perché non ce la faccio più a vedere i miei compagni giocare. E, tra il nervosismo delle gare vissute da spettatore e la noia della terapie, rischio di impazzire.

A proposito, permettetemi di ringraziare tutti coloro che mi stanno dando una mano a rientrare: dottori, fisioterapisti, Sam (il nostro strength and conditioning coach) etc. etc.

Gli impegni sportivi, incombono, come dicevo prima: domani torneremo in campo in Coppa, affrontando in casa la formazione ceca di Nymburk, e domenica giocheremo, sempre a Cantù, contro Avellino, dove gioca il mio amico Cavaliero, con cui ho condiviso il cammino di preparazione agli Europei con la maglia azzurra.

Vi ho parlato del nostro successo di domenica a Roma.

Forse voi non sapete che io nella Capitale ci ho pure vissuto e che quindi la "città eterna" per me non ha segreti. Mah, forse, esagero: ho vestito la maglia della Virtus solo per 6 mesi e per giunta ero giovanissimo (avevo 19 anni) ma conservo un ricordo bellissimo sia della città sia della squadra: in quella stagione raggiungemmo la finale scudetto.

Devo anche aggiungere che a Roma i tifosi mi accolgono sempre benissimo, dimostrando di essere dei veri sportivi. Non a caso sono gemellati con quelli di Cantù, che tutti considerano i più calorosi d'Italia, da cui sono stato adottato.

A presto!

Ti potrebbe piacere anche

I più letti