21a serie A, top e flop: Icardi perde la testa, capolavoro di Pinilla
21a serie A, top e flop: Icardi perde la testa, capolavoro di Pinilla
Sport

21a serie A, top e flop: Icardi perde la testa, capolavoro di Pinilla

L'argentino litiga con i tifosi nerazzurri e li insulta, Menez guida il Milan, incubo Sampdoria

Dopo il 21° turno di serie A resta invariata la distanza tra la Juventus e la Roma. I giallorossi non vanno oltre l'1-1 in casa contro l'Empoli confermando la crisi di gioco e risultati mentre i bianconeri pareggiano 0-0 a Udine. Ne approfitta il Napoli che espugna il Bentegodi clivense grazie al primo gol in azzurro di Gabbiadini. Crolla la Sampdoria di Mihajlovic che ne prende 5 dal Torino con tre gol dell'ex Quagliarella. Esordio amaro per Samuel Eto'o mentre buona la prima Mattia Destro che vince la sua prima partita in maglia rossonera grazie alla doppietta di Menez contro la vittima sacrificale Parma. Chi sono stati i migliori e peggiori della giornata? Per scoprirlo continua a cliccare...

Top - Fabio Quagliarella (Toino)

Il numero 27 ne segna tre alla sua ex squadra (seconda tripletta della carriera) e rilancia il Toro di Ventura verso la parte sinistra della classifica. Le reti in campionato sono ora 8 in 21 presenze stagionali, un bottino di tutto rispetto per un attaccante che ha giocato la partita numero 60 con la maglia granata. "Sono felice che il Torino mi tenga, la mia famiglia era in tribuna, dedico i gol a loro". 

Flop - Mauro Icardi (Inter)

I nerazzurri crollano contro il Sassuolo e l'argentino offre una nuova prova abulica macchiata dal brutto siparietto nel post partita. Il numero 9 lancia la maglia ai tifosi dell'Inter che la rispediscono al mittente, ne nasce un diverbio dai toni accesi e un labiale che farà discutere. I dirigenti lo costringono a tornare in campo per chidere scusa ma il danno preannuncia lunghi strascichi polemici. Il bambino d'oro vive il suo momento più difficile dal suo arrivo a Milano, divorzio in vista?

Top - Mauricio Pinilla (Atalanta)

Il cileno regala i tre punti in extremis alla squadra di Colantuono con una prodezza che resterà tra i gol più belli della sua carriera. La rovesciata che affonda il Cagliari è stilisticamente perfetta ma l'ex punta del Genoa non se la sente di festeggiare contro i suoi ex compagni rossoblù. Sommando le presenze nella prima parte di stagione con il Genoa il suo bottino sale a 4 reti in 16 partite

Flop - Kostas Manolas (Roma)

Il centrale greco provoca il rigore su Saponara che porta in vantaggio l'Empoli con un intervento ingenuo che mette a nudo tutta la sua inesperienza e lascia la squadra di Rudi Garcia in dieci uomini. Vive un momento di involuzione come tutta la squadra giallorossa che vede la Juventus in fuga e sente il fiato sul collo del Napoli.

Top - Jeremy Menez (Milan)

Il francese segna una doppietta decisiva per riportare i rossoneri alla vittoria, 12mo gol in campionato per la punta di diamante di una squadra che fatica ancora molto a mettere in pratica l'idea di gioco che Inzaghi vorrebbe imporre. La vetta della classifica cannonieri è ad un passo, solo una rete lo separa da Tevez e Higuain

Flop - Vasco Regini (Sampdoria)

I blucerchiati crollano a Torino nella peggior partita della gestione Mihajlovic. Il serbo sbaglia la formazione iniziale ma la retroguardia doriana è in giornata no e l'esterno destro ex Empoli non ne azzecca una. Osti e Ferrero stanno lavorando per trovare in extremis un'alternativa sul mercato, il nome di Murru resta il primo della lista e in alternativa si aspetta il ritorno di Mesbah dalla coppa d'Africa. 

Top - Gregoire Defrel (Cesena)

Il francese classe 1991 stende la Lazio e segna un gol da fuoriclasse, il quinto in 17 partite stagionali. Tra le sorprese della matricola romagnola dove è arrivato nel 2012, sorprende per la facilità nella corsa e per uno scatto bruciante che spesso mette in difficoltà le difese avversarie. 

Flop - Ivan Martic (Verona)

Giornata da dimenticare per il difensore croato del Verona. Sulla sua fascia c'è Lazaar in giornata no, ciononostante l'ex del San Gallo non riesce mai a spingere e a fare i cross che Mandorlini gli chiede. 13a presenza in serie A per un giovane (classe 1990) che sta faticando più del previsto nel campionato italiano

Top - Manolo Gabbiadini (Napoli)

Primo gol in azzurro per l'ex attaccante della Sampdoria che risolve la partita contro il Chievo e rilancia il Napoli di Benitez nella lotta per il terzo posto. C'è il suo zampino anche nel vantaggio dei partenopei: il suo tiro viene deviato da Cesar nella porta di Bardi

Ti potrebbe piacere anche

I più letti