20a serie A, top e flop: Pogba ricorda Zidane, follia di Mexes
Getty Images
20a serie A, top e flop: Pogba ricorda Zidane, follia di Mexes
Sport

20a serie A, top e flop: Pogba ricorda Zidane, follia di Mexes

Il centrocampista francese si conferma il giocatore più forte del campionato, giornata no per Kovacic e Palladino

Nella 20a giornata di serie A la Juventus allunga ulteriormente sulla Roma e porta il suo vantaggio a +7. La Lazio affonda il Milan per 3-1 nella gioranta della follia di Mexes mentre la Sampdoria viene fermata sull'1-1 in casa dal Palermo. Ne approfitta il Napoli che superando il Genoa per 2-0 con doppietta di Higuain si riporta al terzo posto in solitaria. In coda preziosa vittoria del Cagliari di Zola contro il Sassuolo mentre sembra inarrestabile il dramma sportivo del Parma che cade in casa anche contro il Cesena di Di Carlo. L'Udinese espugna Empoli con la rete numero 202 di Antonio Di Natale mentre Gomez segna ancora per la Fiorentina. Chi sono stati i migliori e peggiori del turno? Per scoprirlo continua a cliccare...

Top - Paul Pogba (Juventus)

Quando finiscono gli aggettivi non restano che i paragoni con la storia. Il polpo bianconero decide un'altra partita con una prestazione da fantascienza condita di gol, spettacolo e numeri da videogioco. Ogni suo tocco sembra aumentarne il valore di mercato e anche i tifosi juventini sono d'accordo nel chiamare in causa anche il grande Zinedine Zidane. Non mi sento di smentirli: uno dei colpi di mercato più azzeccati nel calcio europeo degli ultimi 20 anni.

Flop - Philippe Mexes (Milan)

I rossoneri crollano anche all'Olimpico e il francese perde la testa nel finale. La zuffa con Mauri conferma una mancanza di serenità che ha intaccato tutto l'ambiente rossonero e che sta complicando ulteriormente una stagione già molto deludente. Per l'ex romanista è l'espulsione numero 7 dal suo arrivo a Milano, questa volta la società non lo perdonderà: Inzaghi e Galliani hanno deciso di metterlo fuori rosa. 

Top - Mateo Kovacic (Inter)

L'Inter cade in casa contro il Torino e sul passo falso della squadra di Mancini incide la brutta prestazione del fantasista croato che dovrebbe prendere per mano la squadra. La giornata no invece incide su tutto il gioco dell'Inter è il gol di Moretti nel recupero gela San Siro lasciando i nerazzurri con una classifica ancora troppo lontana dagli obiettivi minimi stagionali. 

Top - Mario Gomez (Fiorentina)

Terzo gol in due partite per il tedesco che continua la sua rinascita. Firenze lo sostiene e nel suo approccio alla gara si capisce come qualcosa sia cambiato. Se i viola ritroveranno i suoi gol la stagione potrebbe rivelare ulteriori sorprese. 2^ rete in campionato, 5^ in Serie A in 23 presenze. Una media lontanissima dai numeri visti al Bayern ma la speranza è di recuperare con un girone di ritorno all'altezza del suo passato

Flop - Raffaele Palladino (Parma)

Emblema dell'incubo gialloblu, gioca una partita imbarazzante e sbaglia ogni pallone che tocca. I tifosi emiliani lo prendono di mira, giustamente, e al fischio finale fanno esplodere la loro rabbia. La stagione del Parma sembra inesorabilmente destinata al baratro e la sconfitta nello scontro diretto con i romagnoli ne offre l'ennesima conferma.

Top - Dujr Kop (Cagliari)

Il neo rinforzo del Cagliari decide la sfida contro il Sassuolo grazie al suo primo gol in serie A. Arrivato in prestito a gennaio dalla Dinamo Zagabria l'acquisto del classe 1990 è passato in secondo piano: la scorsa stagione ha segnato 22 reti in 33 partite e in mezzo campionato fino a dicembre altri 12 in 15 match. Idea per il fantacalcio...

Flop - Chiffi e Cervellara (assistente e arbitro di Sampdoria - Palermo)

In attesa dell'introduzione della goal technology un'altra partita viene falsata in parte per un netto errore arbitrale. Cervellara, arbitro di Sampdoria - Palermo, non convalida il gol di Morganella e non viene aiutato dall'assistente Chiffi che sembra perfettamente in linea ma non vede entrare un pallone che ha abbondandemente superato la linea.

Top - Emiliano Moretti (Torino)

Migliore in campo non solamente per il gol vittoria nel recupero ma soprattutto per una prova difensiva che esalta le scelte di Giampiero Ventura. Non segnava in campionato dal 24 dicembre 2013 nel 4-1 del Toro sul Catania, un digiuno lungo ma spezzato nel migliore dei modi con tre punti che a San Siro mancavano dal 14 febbraio del 1988

Flop - M'Baye Niang (Genoa)

I rossoblù cadono anche a Napoli e portano a sei il numero di partite senza vittorie. Dopo un avvio difficile e una ripartenza fino ai confini della zona Champions la squadra di Gasperini sembra aver perso troppo peso in avanti con l'infortunio di Matri e la partenza (perché?) di Pinilla. L'unico acquisto in questa finestra di mercato è stato l'ex milanista che al San Paolo ha però mostrato tutti i suoi limiti. Forse non è un caso se in carriera ha segnato 16 gol in 112 partite..

Ti potrebbe piacere anche

I più letti